Trattamento dell'aterosclerosi cerebrale dei vasi cerebrali

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è una patologia causata da un danno ai vasi cerebrali con depositi di colesterolo. Con uno sviluppo prolungato porta alla morte. È importante iniziare il trattamento in tempo.

Aterosclerosi cerebrale

L'aterosclerosi cerebrale peggiora la circolazione cerebrale, è un tipo di demenza. Si verifica nelle persone dai 20 anni di età, ma è più spesso osservato negli anziani.

L'aterosclerosi cerebrale con ipertensione è caratterizzata da un significativo gap nella pressione arteriosa sistolica e diastolica. La pressione al momento iniziale aumenta raramente, ma alla fine diventa costante. Ciò minaccia il paziente con ipertrofia ventricolare sinistra, ictus o encefalopatia, che consiste nella morte dei neuroni cerebrali a causa della cessazione del flusso sanguigno e insufficiente apporto di ossigeno.

Fasi dell'aterosclerosi cerebrale

L'aterosclerosi cerebrale dei vasi cerebrali si sviluppa a causa di una malattia associata a un disturbo del metabolismo dei grassi nel corpo. La malattia inizia con depositi di colesterolo sulle pareti interne dell'arteria (formazione di macchie lipidiche). A poco a poco, questi depositi si sviluppano in una macchia grassa che inizia ad addensarsi e si ricopre di tessuto connettivo (liposclerosi). Si verifica una placca aterosclerotica. Comincia a chiudere il passaggio della nave, causando insufficiente afflusso di sangue ai tessuti vicini (aterocalcinosi). Si verifica un intasamento della nave (obliterazione).

Le placche di colesterolo si accumulano nelle arterie cerebrali principali e medie. Le macchie grasse compaiono nelle piccole arterie e i piccoli capillari non sono interessati dall'aterosclerosi cerebrale..

Cause di aterosclerosi del cervello

L'aterosclerosi delle arterie cerebrali si verifica a causa di un danno al fegato, della sua incapacità di riprodurre il "colesterolo buono" ad alta densità (HDL). Ha proprietà anti-sclerotiche, conferisce elasticità e forza ai vasi. In caso di malfunzionamento del fegato, il corpo inizia a costruire cellule vascolari dal colesterolo "cattivo" (LDL) a bassa densità. Diventano maleducati e anelastici.

Altre cause di aterosclerosi dell'arteria cerebrale sono:

  • Ipodynamia: riluttanza a impegnarsi in un'attività fisica moderata.
  • La dipendenza da cibi grassi carica il fegato, che non può far fronte a carichi normali.
  • Stress cronici, incapacità di controllare la situazione portano a sovraccarico e sovraccarico di lavoro. Le catecolamine vengono rilasciate nel flusso sanguigno, portando allo spasmo arterioso e ulteriormente all'ischemia.
  • L'ipertensione mette a dura prova le navi fragili.
  • Il diabete mellito interrompe il metabolismo dei grassi.
  • Cattive abitudini e scarsa ecologia esacerbano il decorso della malattia.
  • Obesità.
  • Anomalie ormonali associate alla menopausa.
  • Età - le persone anziane sono più inclini all'arteriosclerosi cerebrale.
  • Fattore ereditario.

Sintomi della malattia

Identificare l'aterosclerosi cerebrale nelle fasi iniziali è piuttosto problematico. I sintomi della malattia dipendono dallo stadio in cui si trova il paziente..

I primi sintomi che infastidiscono una persona sono mal di testa. La causa del suo verificarsi è la placca di colesterolo che ostruisce la nave. Di conseguenza, si verifica un apporto insufficiente di ossigeno al cervello. Da qui il mal di testa sordo e dolorante, che si trasforma in permanente. La fatica aumenta, le prestazioni diminuiscono. Insonnia tormenta di notte. I pazienti soffrono di umori in rapido cambiamento. Si verifica una mancanza di coordinamento.

Successivamente, ne vengono aggiunti di nuovi ai sintomi dei vasi cerebrali: perdita di memoria, acufeni, vertigini, andatura instabile. Ciò è esacerbato dagli attacchi del cervello, la loro manifestazione è accompagnata da vari sintomi che dipendono dall'area della lesione cerebrale. Con i cambiamenti nell'arteria carotide, si verificano intorpidimento e una violazione della sensibilità di metà del corpo. Se un attacco cerebrale colpisce l'emisfero sinistro, sono possibili epilessia e disturbi del linguaggio. Se la parte occipitale e temporale del cervello è offuscata visione, compromissione della funzione di deglutizione.

Durata degli attacchi ischemici non più di due giorni. Il paziente dopo nulla ricorda. Se durano più del periodo specificato, si verifica un ictus cerebrale. Un ictus è ischemico (manifestato dalla chiusura delle placche di colesterolo nel vaso lume) ed emorragico (l'emorragia cerebrale si verifica sullo sfondo di una rottura del vaso).

Nell'ultima fase della malattia, i segni di aterosclerosi cerebrale si manifestano nei seguenti casi: completa indifferenza verso tutto, scarso orientamento nel tempo e nello spazio, alterato controllo della minzione. Il discorso è quasi completamente perso, si verifica la paralisi.

Trattamento

Come trattare l'aterosclerosi cerebrale dovrebbe essere prescritto da specialisti come neurologo e terapista. La diagnosi della malattia nella fase iniziale è abbastanza difficile. Ma se diagnosticato correttamente all'inizio della malattia, il risultato è quasi sempre positivo.

Diagnostica

Per fare la diagnosi corretta, sono necessari alcuni esami:

  • Esame del sangue INR, profilo lipidico;
  • Ultrasuoni delle arterie (carotide interna e generale) con dopplerografia;
  • angiografia con contrasto contenente iodio: sotto esame radiografico, viene valutato il passaggio nelle arterie;
  • L'ELETTROENCEFALOGRAMMA rivela una violazione delle strutture corticali del cervello;
  • Risonanza magnetica - l'esame più praticato.

Prevenzione

Il trattamento dei vasi cerebrali dipende direttamente dai sintomi della malattia. Nella prima fase, è sufficiente condurre uno stile di vita sano, seguire una dieta, fare lunghe passeggiate all'aria aperta. Non mangiare cibi che contengono grassi e colesterolo. Includi più verdure, frutta, latticini, pesce e frutti di mare nella tua dieta. Tutte queste misure sono rilevanti come prevenzione e, nella fase iniziale della malattia, possono aiutare a curarla..

Trattamento farmacologico

Nella fase successiva, il trattamento viene effettuato sotto la supervisione di un medico. È necessario usare medicine dei seguenti gruppi:

  • Disaggregants (aspirina, clopidogrel) riducono la possibilità di coaguli di sangue e ictus.
  • I farmaci ipolipidemici sono usati per ridurre la progressione dell'aterosclerosi, migliorano il flusso sanguigno. Le più efficaci sono le statine: Atorvastatina, Rosart, Simvastatina. Devono essere presi per tutta la vita, regolando la dose in base ai risultati dell'analisi lipidica. Questi farmaci hanno molti effetti collaterali: contribuiscono allo sviluppo del diabete, della cataratta.
  • I farmaci antinfiammatori rendono i vasi resistenti a fattori avversi.
  • I farmaci vasodilatatori eliminano lo spasmo, aumentano il flusso sanguigno ai neuroni. Quando vengono assunti, i sintomi si attenuano. Questi includono: Eufillin, Papaverina, Diprofene.
  • La terapia antiipertensiva è una delle più importanti nel trattamento dell'aterosclerosi cerebrale, in quanto riduce il rischio di ictus ed encefalopatia e una diminuzione della funzione cerebrale. Captopril, Losartan, Moxonidine - farmaci di questo gruppo.
  • Farmaci: Piracetam, Picamilon - migliora la circolazione cerebrale, normalizza la funzione cerebrale.

Metodi chirurgici

Nell'ultima fase dello sviluppo dell'aterosclerosi del cervello, viene utilizzato l'intervento chirurgico. L'aterosclerosi stenosante viene operata apertamente sulle arterie carotidi interne e comuni. Attraverso una dissezione sul collo, il medico apre l'area interessata e rimuove la placca insieme alla membrana interna. Quindi sutura e mette un po 'di drenaggio. Tale operazione viene eseguita sotto il controllo degli ultrasuoni dei vasi cerebrali.

Sulle arterie cerebrali interne, viene eseguita un'operazione di stent inserendo un palloncino che schiaccia la placca e uno stent viene posizionato in questo sito. Dopo questa operazione, il medico curante prescrive l'adozione di discordanti a vita.

effetti

Nella fase iniziale della malattia, la prognosi è favorevole. Se vengono seguite tutte le raccomandazioni, è possibile eliminare le cause che contribuiscono all'ulteriore decorso della malattia..

Con la transizione della malattia al secondo stadio, non sarà possibile eliminare completamente l'aterosclerosi, è possibile interrompere il suo sviluppo, prevenire l'insorgenza di ictus ed encefalopatia.

Il terzo stadio porterà inevitabilmente alla morte del paziente se non viene intrapreso un intervento chirurgico..

L'aterosclerosi cerebrale cerebrale cambia notevolmente la personalità del paziente. Il suo comportamento cambia, ci sono disturbi mentali, mal di testa, vertigini. Anche disturbi locali: perdita della vista e del linguaggio. È necessario identificare la malattia nelle prime fasi e iniziare il trattamento.

Cause e trattamento dell'arteriosclerosi cerebrale

L'aterosclerosi cerebrale è una patologia piuttosto pericolosa, la cui mancanza di trattamento può portare a conseguenze disastrose, ad esempio demenza e ictus. La causa principale della malattia è la formazione di placche di colesterolo sui vasi interni e sulle arterie che attraversano il cervello. Questo è un problema che causa una cattiva circolazione del sangue nel cervello, portando automaticamente a gravi conseguenze per la salute umana..

L'aterosclerosi cerebrale in varie forme del suo sviluppo si verifica in oltre il 10% della popolazione adulta e l'età dei pazienti sta diventando sempre meno. L'aterosclerosi è popolarmente chiamata demenza senile, che si manifesta sempre più spesso nelle persone che hanno superato i 50 anni.

Cause della manifestazione della patologia

Non esiste un motivo speciale per la comparsa di un problema che colpisce i vasi cerebrali. I principali fattori esterni sono in grado di condurre solo a una debole predisposizione. In altre parole, uno stile di vita e una nutrizione inadeguati portano alla formazione di placche grasse sulle pareti vascolari e, se i vasi cerebrali sono interessati, si sviluppa un'arteriosclerosi cerebrale dannosa nelle sue complicanze..

Il ruolo principale nel processo di emergenza e sviluppo di aterosclerosi vascolare pericolosa nel corpo viene assegnato al fegato. La malattia si verifica a causa dello sviluppo di patologie di una diversa genesi in essa. Il fegato semplicemente smette di svolgere le sue funzioni naturali e inizia a produrre colesterolo cattivo in grandi quantità. Questa sostanza, a differenza del colesterolo benefico, provoca deformità vascolari, diventano anelastiche e, di conseguenza, si sviluppa l'aterosclerosi cerebrale.

Le ragioni che causano un simile malfunzionamento nel corpo possono essere le seguenti:

  1. Assunzione giornaliera di cibi ricchi di grassi animali;
  2. Smoking. La nicotina è in grado di esercitare un effetto dannoso sulle pareti dei vasi sanguigni, diventano meno elastici e meno passabili;
  3. Sovraccarico nervoso e mentale frequente o persistente;
  4. Caratteristiche della genetica;
  5. Vivere in una regione ecologicamente sfavorevole;
  6. Condizioni di lavoro difficili con riposo quasi completamente assente;
  7. Invecchiamento naturale.

L'alcol non è incluso in questo elenco a causa della sua duplice azione. Direttamente sui vasi sanguigni e sul flusso sanguigno, ha un effetto positivo. I vasi si espandono e il flusso sanguigno viene notevolmente accelerato. Allo stesso tempo, c'è un effetto negativo sul fegato e sulla nutrizione di tessuti e organi, basato su una elementare mancanza di ossigeno. Perché non vale la pena considerarlo come terapeutico e preventivo, ad eccezione delle tinture speciali a base di erbe, dove viene assunto a gocce.

Sintomi

I segni più evidenti della malattia sono le caratteristiche esterne del comportamento umano. I sintomi dell'aterosclerosi progressiva sono abbastanza eloquenti. Tra le manifestazioni più elementari dell'aterosclerosi vi sono l'astenia e vari disturbi mentali. Una persona inizia a stancarsi rapidamente, con grandi difficoltà passa da un tipo di lavoro o attività familiare a un altro, appaiono alcune difficoltà con la comprensione di una nuova attività o situazione di vita.

Non meno spesso, una persona che soffre di aterosclerosi, nota problemi di memoria. I pazienti ricordano facilmente cosa è successo molti anni fa e allo stesso tempo non possono dire cosa fosse 5-10 minuti fa.

Allo stesso tempo, si osservano alcuni disturbi nel sistema vegetovascolare. Una persona inizia a svolgere un lavoro semplice molto più lentamente e se lo fai sbrigare, si osserva spesso una certa aggressività.

Con forme più avanzate di patologia, il paziente ha stati depressivi prolungati. Queste persone diventano meno socievoli e, al contrario, più irritabili, egoiste e invadenti..

Tra i problemi associati allo stato fisico, si possono notare manifestazioni di ipertensione e cambiamenti nei vasi renali. Quindi, per quali sintomi e segni della malattia i parenti hanno bisogno di suonare l'allarme e consultare uno specialista.

Questi sono fenomeni spiacevoli come:

  • Diminuzione dell'attività di pensiero e memoria;
  • Gravi capogiri e acufeni;
  • Difficoltà nelle abilità motorie fini nelle mani e instabilità dell'andatura;
  • Aumentato pignoleria.

Di tanto in tanto, la malattia può manifestarsi con segni così gravi come una crisi cerebrale o un forte mal di testa, debolezza agli arti, visione alterata e attività motoria. Una crisi simile può durare due giorni, dopo di che i sintomi iniziano a svilupparsi nella direzione opposta. Se i sintomi non scompaiono in 3-4 giorni, puoi giudicare l'insorgenza e lo sviluppo di un ictus. Richiede il ricovero urgente del paziente.

Possibili complicazioni

Sullo sfondo di una malattia avanzata, una persona può sviluppare pericolosa demenza aterosclerotica, che si manifesta con sintomi come:

  • Imbarazzo nel comportamento ordinario;
  • Pianto violento e risate;
  • Disorientamento totale o parziale;
  • Molti hanno allucinazioni.

Particolarmente pericolosi in questo caso sono gli stati ossessivi mentali. Il paziente può avere la sensazione che cospirazioni e intrighi si intrecciano contro di lui, inizia a chiudersi a casa ed essere ostile con tutti quelli che lo circondano. Con un tale sviluppo, la vita del paziente stesso e delle persone che vivono nelle vicinanze diventa una vera prova. Tutto ciò indica l'importanza di una diagnosi e un trattamento tempestivi della malattia..

Nozioni di base sulla terapia

Il trattamento di tutte le forme di aterosclerosi cerebrale, nonché di qualsiasi altra malattia, può dare un risultato positivo solo nelle primissime fasi di sviluppo. I medici esperti nel processo di eliminazione dei sintomi e nel trattamento della malattia prescrivono farmaci volti a normalizzare la pressione sanguigna, riducendo la quantità di colesterolo cattivo nel sangue.

Quando diagnosticano problemi associati ai vasi cerebrali, i medici consigliano farmaci che mirano a diluire il sangue, migliorare l'emodinamica e aumentare la circolazione sanguigna. Inoltre, il paziente prende i farmaci prescritti dal medico, che riducono l'infiammazione nei vasi, espandendoli.

È indispensabile assumere multivitaminici, che migliorano significativamente le condizioni generali dei vasi sanguigni e del cuore, e alcune vitamine migliorano rapidamente la circolazione cerebrale. Non fare a meno dei farmaci lipotropici.

Se, a causa dello sviluppo della malattia, le navi chiudono di circa il 70%, la sola terapia farmacologica non sarà sufficiente. In tali situazioni, viene prescritto un intervento chirurgico, cioè la rimozione chirurgica delle placche sui vasi. Nelle forme più complesse della malattia, la nave interessata viene completamente rimossa, seguita da protesi..

Trattamento aggiuntivo

Insieme a un trattamento medico competente, ai pazienti con aterosclerosi cerebrale vengono prescritti alcuni farmaci e ricette di medicina alternativa. Non è possibile eliminare completamente il problema, ma è possibile migliorare seriamente le condizioni generali del paziente, rimuovere i sintomi spiacevoli.

Ecco le ricette più popolari ed efficaci:

  • Vodka e aglio Uno dei mezzi più efficaci nel processo di lotta all'aterosclerosi. Per preparare la composizione medicinale, devi prendere una capacità di mezzo litro, riempirla con aglio tritato a circa metà, la composizione viene riempita con vodka fino in cima. Il contenitore è ben chiuso e pulito in un luogo buio per 12-14 giorni. Mentre la miscela è infusa, deve essere agitata ogni giorno. Prima di prendere 5 gocce, le tinture vengono diluite in un cucchiaio di acqua. La composizione viene presa tre volte al giorno 20 minuti prima di un pasto.
  • Trattamento Kombucha. La bevanda può essere assunta in qualsiasi quantità. È indicato ad alta pressione, allevia il mal di testa e riduce significativamente la quantità di colesterolo cattivo nel sangue..
    Aronia. Il succo di tali bacche riduce uniformemente e delicatamente la pressione, cioè ammorbidisce i segni spiacevoli dell'aterosclerosi cerebrale. Il succo viene assunto in un ciclo mensile di 50 ml tre volte. Dopo 10 giorni di pausa, il corso può essere ripetuto.
  • Brodo di patate e succo di barbabietola. Questi sono buoni agenti terapeutici che trattano tutte le manifestazioni di aterosclerosi. Il succo di barbabietola viene assunto 4 volte al giorno. Per aumentare l'utilità della bevanda, può essere miscelata con il miele in una proporzione uno a uno. Dopo la miscelazione, la composizione viene presa un cucchiaio. Per quanto riguarda il brodo di patate, è abbastanza possibile per loro sostituire l'acqua semplice e berlo in una quantità di 1,5 litri o più al giorno.
  • L'aglio e l'olio vegetale sono un altro rimedio ideale per l'aterosclerosi. Per prepararlo, dovrai prendere una testa d'aglio sbucciata, tritare con cura e versare in un contenitore di vetro. Tutto questo è riempito di olio, preferibilmente non raffinato. La lattina viene messa in un luogo fresco per un giorno. Puoi prendere il farmaco il giorno successivo in un cucchiaio tre volte al giorno. La durata del trattamento dovrebbe durare fino a 3 mesi.
  • Trattamento tarassaco. A questo scopo, devi prendere le radici della pianta, macinare e mangiare 5 grammi al giorno. Questa pianta non ha controindicazioni. Il dente di leone non cura l'aterosclerosi, ma migliora efficacemente la qualità generale della vita. La popolarità di questo strumento si basa sulla facilità di preparazione, nulla deve essere sciolto e insistito.
  • Prezzemolo. Questo è un altro modo semplice e molto efficace per trattare l'aterosclerosi vascolare. Un semplice brodo viene preparato con verdure, preparato sulla base di prezzemolo fresco o secco. Il grappolo viene preparato in acqua bollente e dopo il raffreddamento viene bevuto completamente come il tè, ma non più di due o tre volte al giorno. Il prezzemolo è molto efficace e non ha controindicazioni.

Allo stesso tempo, con ciascuno dei fondi elencati, puoi prendere un tè terapeutico speciale. Preparare un drink di aneto, rosa canina, foglie di fragola, equiseto e salvia. Tutto questo è preso a 10 grammi, mescolato e riempito con acqua in un volume di 0,5 litri. Dopo l'ebollizione, il brodo dovrebbe essere insistito per 3 ore e puoi prendere il rimedio. Devi bere il tè un terzo di un bicchiere circa tre volte al giorno.

Riassumere

In conclusione, vale la pena notare le misure più efficaci per la prevenzione dell'aterosclerosi cerebrale, poiché è molto più facile prevenirlo che eliminare la patologia, le cui conseguenze possono essere irreversibili.

È importante seguire una dieta speciale, sostituendo i grassi animali con grassi vegetali, consumando un gran numero di frutta e verdura, nonché cibi speciali che contengono fibre naturali. È altrettanto importante osservare attentamente il regime, impegnarsi nell'educazione fisica. Ogni giorno è necessario pianificare in modo che ci sia abbastanza tempo per una vacanza di qualità. Questo proteggerà da stress e esaurimenti nervosi..

Aterosclerosi cerebrale

Oggi, i pazienti con sintomi simili all'aterosclerosi hanno iniziato a consultare un medico. Una caratteristica della malattia è il danno alle arterie in tutto il corpo. L'aterosclerosi cerebrale è diventata molto comune in medicina. Cos'è? Questo termine è inteso come una malattia sistemica che provoca danni a tutto il corpo, ha un decorso lento e residuo. Ogni persona che vuole vivere per sempre felice e contenta dovrebbe conoscere i sintomi della malattia..

Cause di patologia

Se consideriamo i fattori immutabili nella formazione della patologia, allora devono includere ragioni che non possono essere adattate, vale a dire:

  1. Genere Secondo i dati, è stato dimostrato che negli uomini l'aterosclerosi cerebrale si forma 10 anni prima rispetto alle donne.
  2. Cambiamenti che si verificano con l'età. Nel tempo, aumenta il rischio di aterosclerosi. Il corpo inevitabilmente invecchia, questo porta a una serie di cambiamenti che si verificano nei vasi sanguigni.
  3. Fattore genetico. Quelle persone i cui parenti erano malati per il disturbo presentato sono a rischio di ereditare l'aterosclerosi.

Le cause variabili influenzano lo sviluppo della malattia. Ciò include una serie di fattori che possono essere eliminati con il giusto trattamento e l'adeguamento del solito ritmo della vita. Questi motivi includono:

  1. Smoking. Nelle persone che sono dipendenti dal fumo, l'aterosclerosi delle arterie cerebrali viene diagnosticata 2 volte più spesso rispetto ai non fumatori. Il motivo è che il fumo di sigaretta influisce negativamente sui vasi sanguigni..
  2. Ipertensione arteriosa. Le pareti arteriose degli organi sono sature di calore, che porta allo sviluppo della placca aterosclerotica.
  3. Peso in eccesso. Per le persone obese, esiste un alto rischio di sviluppare aterosclerosi e diabete.
  4. Nutrizione impropria Con un consumo eccessivo di cibi grassi, viene attivato il processo di formazione e sviluppo della malattia in questione.
  5. Stile di vita sedentario. Questo motivo contribuisce alla formazione non solo dell'aterosclerosi, ma anche del diabete mellito, dell'ipertensione arteriosa. Con un'attività insufficiente, i processi metabolici di grassi e carboidrati vengono interrotti.
  6. Malattie infettive.

Come si manifesta la malattia?

L'arteriosclerosi cerebrale ha un effetto negativo sul cervello umano. Pertanto, la manifestazione più comune di patologia è il lavoro interrotto di questo corpo. Ci sono disturbi mentali, una diminuzione delle capacità intellettuali, attenzione e memoria. I medici distinguono i seguenti sintomi comuni della malattia:

  1. Dolore alla testa Sorgono a causa della ridotta afflusso di sangue al cervello. Le sensazioni dolorose sono noiose, doloranti. La loro intensità si intensifica dopo lo stress mentale o mentale. A poco a poco, la sindrome del dolore diventa permanente.
  2. Brutto sogno. Il paziente potrebbe non dormire tutta la notte o svegliarsi costantemente. Ma nel pomeriggio è costantemente assonnato.
  3. Compromissione della memoria. Questo sintomo si verifica nella fase iniziale dello sviluppo della malattia. Il paziente difficilmente ricorda le informazioni, gli eventi attuali. Allo stesso tempo, ripristina perfettamente il quadro degli eventi passati.
  4. Capogiri, riduzione delle capacità motorie.
  5. Cambia andatura, diventa instabile.
  6. Rumore nelle orecchie.
  7. Crisi cerebrali, che sono visione alterata, linguaggio confuso, debolezza delle braccia e delle gambe.

I sintomi considerati si osservano entro 1-2 giorni. Se dopo il tempo indicato non sono scomparsi, c'è il rischio di un ictus. In questo caso, il paziente ha bisogno di un ricovero urgente e di un trattamento efficace..

terapie

Quale trattamento sarà più efficace? Anche il medico più esperto non può rispondere immediatamente a questa domanda. Sarà possibile prescrivere un regime di trattamento solo dopo un'accurata diagnosi e determinazione della causa dello sviluppo della malattia.

Trattamento chirurgico

Il significato di tale terapia è di asportare una placca aterosclerotica dall'intima dell'arteria. Di norma, questo metodo viene utilizzato quando l'aterosclerosi cerebrale è presente nel pool carotideo. Grazie a ciò, è possibile normalizzare il flusso sanguigno nell'arteria carotide, nonché arrestare la progressione dell'encefalopatia discircolatoria.

Terapia antipiastrinica

Questo trattamento dell'aterosclerosi cerebrale prevede l'uso di farmaci come clopidogrel e acido acetilsalicilico. Grazie a loro, è possibile ridurre la probabilità di ictus ischemico. Prima di applicare tale trattamento, vale la pena sottoporsi a una diagnosi approfondita, perché quando si assume l'ultimo farmaco in alcune persone, c'è un aumento dell'aggregazione degli elementi formati dal sangue.

Regolazione della potenza

Il trattamento della malattia in questione deve necessariamente includere l'adesione all'alimentazione dietetica. Con l'aterosclerosi, è importante monitorare la qualità dei prodotti utilizzati. Mangia 4 volte durante il giorno, ma le porzioni non dovrebbero essere troppo grandi. Sarà necessario abbandonare la dipendenza da mangiare dopo le 18:00.

Importante è il rifiuto della carne rossa. Vale anche la pena rimuovere dalla dieta i seguenti tipi di carne: manzo, maiale e agnello. È meglio sostituirli con frutta, verdura ed erbe. La dieta può contenere vari cereali, pesce bollito, pollo. Nella preparazione di insalate e piatti, puoi usare olio d'oliva e mais. Le noci e le varie bacche hanno un effetto benefico sul corpo..

Medicina alternativa

Il trattamento dell'aterosclerosi con rimedi popolari può essere utilizzato come procedura aggiuntiva. È impossibile curare l'aterosclerosi cerebrale con un decotto di infusi, ma è possibile migliorare la situazione generale del paziente.

20 g di materie prime rappresentano un bicchiere di acqua bollente. Insistere per 10 minuti, filtrare e assumere 60 ml 4 volte al giorno. Una tale tintura eliminerà il mal di testa che si verificano con l'aterosclerosi.

Sbucciare la radice di elecampane e metterla in un contenitore scuro. Aggiungi mezzo bicchiere di vodka lì. Attendere 20 giorni affinché il prodotto venga infuso in un luogo buio. Trascorso il tempo specificato, il prodotto viene filtrato su una garza, aggiungere una tintura alcolica al 20% di propoli. Cavo di ricezione 20 gocce 3 volte al giorno.

Tritare finemente i cinorrodi, metterli in un contenitore da 1,5 L, aggiungere acqua. Ambientato in un luogo buio per 2 settimane. Scuoti la soluzione ogni giorno. Filtra sulla garza, prendi 20 gocce al giorno, facendo uno spuntino su un pezzo di zucchero.

Prendi le materie prime in una quantità di 40 g, versa 100 ml di acqua calda. A fuoco basso, far bollire per 10 minuti. Filtra su una garza, prendi 20 ml 5 volte al giorno.

Versare 20 g di fiori di grano saraceno con 2 tazze di acqua bollente. Attendere 2 ore per la preparazione del brodo. Filtrare e prendere ½ tazza 3 volte durante il giorno.

Macina le foglie di piantaggine, prendi 20 g di materie prime e versa 1 tazza di acqua calda. Insistere per 10 minuti. Prendi tutto a grandi sorsi alla volta.

C'è un'altra ricetta per l'uso del piantaggine. È necessario lavare a fondo le foglie della pianta, spremere il succo. Combinalo in proporzioni uguali con il miele. Invia il contenitore a fuoco lento, fai bollire per 20 minuti. Conservare il medicinale in un contenitore chiuso. Consuma 40 ml una volta al giorno. Questo rimedio popolare ti consente di rallentare il decorso della malattia..

Macinare le materie prime, prendere 20 g e versare un bicchiere di acqua calda. Insistere per 2 ore, filtrare. La ricezione viene effettuata in 20 ml 3 volte al giorno. Grazie alle foglie di fragole, è possibile rimuovere i sali dal corpo e l'eccesso di colesterolo.

Questo prodotto non solo può far fronte ai sintomi spiacevoli dell'aterosclerosi, ma anche eliminare gli spasmi nervosi, le vertigini e il rumore nella testa. Le materie prime possono essere utilizzate fresche o secche. Per preparare un decotto, devi prendere 20 g di erbe versare un bicchiere di acqua bollente. Filtra e consuma in una volta sola.

Riempi il bicchiere con le materie prime presentate. Versare con alcool. Conservare per 10 giorni in un luogo buio. Filtrare e prendere 15 gocce diluite in 20 ml di acqua. Importo al giorno - 3.

Metti 200 g di corteccia di viburno in un contenitore, aggiungi ½ tazza di acqua. A fuoco basso, far bollire per 2 ore. Dopo che il brodo si è raffreddato, deve essere filtrato e consumato in 20 ml 3 volte al giorno.

L'aterosclerosi cerebrale è una malattia molto grave. Si presenta per numerose ragioni. Il paziente avverte costantemente dolore alla testa, vertigini, disturbi mentali. Quando si cura la malattia, è importante seguire un approccio integrato. La terapia dovrebbe mirare non solo ad eliminare il sintomo, ma anche a combattere la causa che ha portato all'aterosclerosi. Se non si consulta un medico in tempo, c'è il grande pericolo che la malattia porti alla morte del paziente.

Cos'è l'aterosclerosi cerebrale, una descrizione dei sintomi, del trattamento e della prognosi

L'aterosclerosi cerebrale è una patologia delle arterie cerebrali, che è più spesso colpita dalle persone anziane, con un deterioramento caratteristico del metabolismo lipidico e proteico, deposizione di placche di colesterolo sull'endotelio, che provoca un restringimento del lume dei vasi sanguigni e una violazione lentamente progressiva dell'afflusso di sangue al cervello, funzionalità compromessa.

Le cause

Il motivo principale per lo sviluppo della malattia è la perdita di elasticità e compattazione dei vasi sanguigni. E anche nella deposizione sulle loro pareti del colesterolo placca. Tutto ciò porta a ulteriori disturbi del flusso sanguigno. Una tale condizione dolorosa non si verifica improvvisamente, ma si sviluppa per molti anni sullo sfondo dei seguenti fattori:

  • malnutrizione con un eccesso di grassi animali, nonché dolci e cibi dannosi;
  • l'accumulo di colesterolo dannoso nel corpo dal cibo e con una funzionalità epatica impropria;
  • bere e fumare frequentemente;
  • malattie croniche;
  • bassa attività fisica, lavoro sedentario e mancanza di attività fisica;
  • dipendenza genetica, ereditata da parenti stretti;
  • disturbi neuropsichiatrici. Stress particolarmente frequenti o stati depressivi;
  • invecchiamento fisiologico del corpo dopo 50-60 anni;
  • disturbi ormonali, specialmente durante la menopausa nelle donne.

Con gli effetti dannosi di uno o più fattori, aumenta il rischio di patologia aterosclerotica, quindi è necessario prendersi cura della propria salute in questo momento. In questo modo è possibile evitare possibili complicazioni vascolari distanti, ma molto reali, sotto forma di ictus ischemico o persino morte per aterosclerosi cerebrale..

L'ereditarietà ponderata è considerata i fattori di rischio più significativi per lo sviluppo dell'aterosclerosi, che colpisce in particolare l'insorgenza della malattia in giovane età, il genere maschile, l'ipertensione arteriosa, il diabete mellito, l'ipotiroidismo, il sovrappeso e una combinazione di questi fattori.

patogenesi

Il principale fattore nel meccanismo di sviluppo dell'aterosclerosi è il dismetabolismo lipidico. A causa di un malfunzionamento del metabolismo, si verifica la deposizione di colesterolo, lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) sulla superficie interna delle pareti dei vasi cerebrali. Il processo coinvolge principalmente arterie di grosso e medio calibro. La formazione del cosiddetto. la placca aterosclerotica si manifesta in più fasi: da una macchia di grasso all'aterocalcinosi. La placca aterosclerotica che ne risulta, aumentando di dimensioni, chiude gradualmente sempre più il lume della nave interessata e può servire come fonte di tromboembolia.

Nel primo caso, a causa di una progressiva diminuzione del lume della nave, vi è una diminuzione dell'afflusso di sangue a una certa parte del cervello. Ipossia e mancanza di nutrienti si verificano nei tessuti cerebrali di questa zona - si sviluppa l'ischemia cronica, che alla fine porta alla degenerazione e alla morte dei singoli neuroni. Clinicamente, questo processo si manifesta con sintomi di encefalopatia discircolatoria (DEP). La gravità di quest'ultimo dipende dalla prevalenza dell'aterosclerosi, dal calibro della nave interessata, dalle dimensioni della placca aterosclerotica, dal grado di sviluppo dell'afflusso di sangue alternativo (collaterale) alla zona ischemica del cervello.

Nel secondo caso, parte della placca aterosclerotica si stacca da essa e viene trasferita in un vaso arterioso più piccolo sotto forma di un embolo con un flusso sanguigno, provocando la sua occlusione improvvisa e completa (trombosi). A seconda delle dimensioni della zona di afflusso di sangue dell'arteria occlusa e del grado di sviluppo dei collaterali vascolari, si verifica un attacco ischemico transitorio (TIA) o ictus ischemico. Più raramente, l'arteriosclerosi cerebrale provoca un ictus emorragico. La rottura della parete vascolare si verifica a causa di una violazione della sua elasticità nel sito di formazione di depositi aterosclerotici ed è spesso causata da alta ipertensione arteriosa.

Sintomi e manifestazioni cliniche

I sintomi caratteristici della malattia "aterosclerosi cerebrale" sono i seguenti:

  • deterioramento progressivo della memoria;
  • diminuzione dell'attenzione e della concentrazione;
  • compromissione del coordinamento dei movimenti;
  • disturbi del sonno;
  • diminuzione delle prestazioni mentali;
  • rapidi sbalzi d'umore;
  • frequenti mal di testa;
  • stato depresso.

La formazione di placche avviene in più fasi, la principale delle quali:

  • Fase 1 - fase delle macchie di grasso, strisce. In questa fase, i lipidi, principalmente colesterolo, si depositano nella membrana interna delle pareti dei vasi.
  • Stadio 2 - liposclerosi. Nell'area delle macchie di grasso, si verifica la formazione del tessuto connettivo e si forma una placca. La sua superficie può ulcerare, rompersi, fibrina e piastrine si depositano in crepe. La destabilizzazione della placca aterosclerotica porta al suo decadimento e allo sviluppo di complicanze aterotrombotiche nei vasi distali del cervello.
  • Stadio 3 - aterocalcinosi. I sali di calcio si depositano e la placca si addensa. A poco a poco, la placca aumenta, stenosing il lume della nave nella carne fino a quando non è completamente occluso (blocco).

L'aterosclerosi stenosante è, di regola, una manifestazione di patologia sistemica che coinvolge arterie intracerebrali (intracerebrali), arterie carotidi e coronariche, vasi delle estremità, retina, ecc. Vi sono, tuttavia, prerequisiti per danni selettivi alle arterie carotidi interne, che è molto più comune di danno alle arterie intracraniche. Di norma, le placche aterosclerotiche sono localizzate alla bocca o intracranialmente nell'area del sifone dell'arteria carotide interna. La lesione predominante di queste aree è associata a fattori emodinamici, con microtraumatizzazione costante dell'endotelio da parte del flusso sanguigno.

Le manifestazioni di danno cerebrale aterosclerotico compaiono quando diminuisce l'afflusso di sangue all'organo. In questo caso, i sintomi sono cerebrali, come debolezza generale, affaticamento, deficit cognitivo (diminuzione dell'attenzione, intelligenza e memoria), lievi vertigini e instabilità, mal di testa, cambiamenti dell'umore, ecc. E focali - a seconda della zona primaria di carenza afflusso di sangue: può essere in una diversa combinazione debolezza dell'arto (paresi o paralisi), disturbi del linguaggio (afasia), visione, asimmetria facciale, intorpidimento della parte del corpo (ipestesia), vertigini gravi con nausea e vomito, ecc..

La lesione aterosclerotica delle arterie extracraniche è una delle principali cause di ictus ischemico, una delle forme acute più gravi di disturbi cerebrovascolari. Lo sviluppo di un danno cerebrale progressivo senza ictus con stenosi aterosclerotica delle arterie carotidi interne è associato a una limitazione della perfusione o del microembolismo cerebrale. Compromissione cognitiva progressiva nel caso di patologie cerebrovascolari acute e croniche, che sono spesso causate da arteriosclerosi cerebrale e ipertensione arteriosa concomitante.

Si distinguono quattro forme della malattia:

  • lieve (sintomi lievi);
  • indebolito (imprevedibile, con esacerbazioni alternate);
  • pericoloso (micro-colpi, demenza profonda);
  • acuta (gravi disturbi mentali).

L'aterosclerosi delle arterie cerebrali non si verifica improvvisamente. Si sviluppa per tutta la vita sotto l'influenza di fattori esterni e interni dannosi..

Clinicamente, l'aterosclerosi dei vasi cerebrali inizia ad apparire quando le placche aterosclerotiche all'interno dei vasi bloccano il flusso sanguigno cerebrale a tal punto che si verifica l'ischemia e si sviluppa l'encefalopatia discircolatoria. In base alla gravità dei disturbi cerebrovascolari, si distinguono 3 fasi dell'aterosclerosi cerebrale.

  • Stato iniziale. I sintomi sono di natura transitoria, spesso si verificano con sovraccarico psico-emotivo e fisico e scompaiono in un periodo di riposo. C'è una sindrome astenica: debolezza, affaticamento insolito, aumento dell'irritabilità, letargia, difficoltà di concentrazione. Ci possono essere disturbi del sonno periodici sotto forma di insonnia e / o sonnolenza diurna, a volte vertigini. C'è una leggera diminuzione del tasso di pensiero, della capacità di ricordare e conservare nuove informazioni in memoria. Per molti pazienti, in questo periodo emerge un disturbo di mal di testa combinato con un rumore alla testa, alle orecchie o all'orecchio..
  • Aterosclerosi cerebrale progressiva. Disturbi mnestici e cambiamenti psico-emotivi nel carattere sono esacerbati. Lo sfondo generale dell'umore diminuisce, la depressione può svilupparsi. Il paziente diventa sospettoso e ansioso. Le menomazioni della memoria diventano chiaramente pronunciate: il paziente ed i suoi parenti dicono che non riesce a ricordare gli eventi del giorno corrente, li confonde. Il rumore nella testa diventa permanente. Atassia vestibolare, si notano discorsi offuscati. Possibile tremore delle dita o della testa, spesso c'è una diminuzione della vista e una perdita dell'udito. La capacità di svolgere attività professionali produttive si perde gradualmente.
  • Demenza Il declino intellettuale sta progredendo, si osservano vuoti di memoria, disturbi del linguaggio, apatia, sciattezza, completa scomparsa di interessi. Il paziente perde la capacità di navigare nell'ambiente e nel tempo, perde abilità di auto-cura, richiede supervisione.

Diagnostica

Se compaiono segni di aterosclerosi cerebrale, è necessario contattare un neurologo. Questo specialista esaminerà il paziente e raccoglierà un'anamnesi per identificare i fattori che predispongono alla malattia. Quindi viene eseguita una diagnosi completa, che include i seguenti studi richiesti:

  • un esame del sangue per il grado di coagulabilità e il contenuto di lipidi ad alta densità (colesterolo) - se questi indicatori sono troppo alti, aumenta la probabilità di alterazioni aterosclerotiche;
  • La dopplerografia delle arterie carotidi e dei vasi sanguigni del collo sotto il controllo degli ultrasuoni - rivela la presenza di placche di colesterolo;
  • dopplerografia transcranica dei vasi all'interno del cranio - rivela cambiamenti nella pervietà e integrità dei vasi, la presenza di depositi di colesterolo in essi;
  • elettroencefalogramma: rivela focolai di disturbi cerebrali corticali che indicano ischemia o necrosi tissutale;
  • angiografia dei vasi cerebrali (studio usando raggi X e soluzione di contrasto) - rivela stenosi vascolare, rileva aree di ischemia;
  • Risonanza magnetica della testa - uno studio in cui è possibile visualizzare le arterie cerebrali all'interno del cranio, identificare eventuali cambiamenti e rilevare i fuochi dell'ischemia.

Gli ultimi due sono considerati i metodi diagnostici più preziosi per confermare l'aterosclerosi dell'arteria cerebrale. Nella maggior parte dei casi, puoi fare solo con loro, ma altre procedure sono meno costose e sono disponibili anche in piccole cliniche, quindi rimangono ancora abbastanza popolari..

Il profilo dei biomarcatori (o "carico di biomarcatori") dei pazienti con aterosclerosi cerebrale è uno strumento potenzialmente specifico per la diagnosi tempestiva delle condizioni associate. Un cambiamento nel livello dei biomarcatori sullo sfondo dell'aterosclerosi e della NMC associata può fornire informazioni predittive sul deterioramento clinico. Un'analisi dei cambiamenti nei biomarcatori sopra citati insieme alla scansione duplex delle arterie brachiocefaliche, che consente di valutare la struttura e la superficie della placca aterosclerotica dell'arteria carotide, rispetto ai parametri clinici, può caratterizzare l'attività del processo aterosclerotico.

Il decorso progressivo e "maligno" dell'aterosclerosi può essere rilevato nelle prime fasi, che ti permetterà di iniziare una correzione intensiva e mirata di questa patologia. Va detto che, senza assoluta specificità e sensibilità separatamente, la determinazione di biomarcatori pro e anti-aterogenici consentirà di identificare un gruppo di pazienti ad alto rischio per lo sviluppo di complicanze cardiovascolari e di formare un approccio personalizzato e multicomponente al loro trattamento e alla prevenzione delle complicanze.

In combinazione con altri metodi diagnostici, i biomarcatori possono aumentare l'accuratezza della prognosi e prevenire il rischio di morte cardiovascolare improvvisa. La scala sviluppata, che riflette il "carico" di biomarker di un paziente con aterosclerosi cerebrale, può essere il primo passo verso la prevenzione personalizzata delle complicanze ischemiche associate.

Funzionalità terapeutiche

La caratteristica principale del trattamento dei sintomi dell'arteriosclerosi cerebrale è un cambiamento nel solito modo di vivere, il modo di attività e il riposo. Qual è la principale misura terapeutica per combattere i vasi per malattie cerebrovascolari (CVB):

  • eliminazione dei fattori di stress - rumore di fondo costante, sovraccarico fisico, esperienze morali ed emotive;
  • organizzazione del sonno - se di notte il paziente si addormenta male o si sveglia, è necessario creare le condizioni per un riposo di 2-3 ore al giorno;
  • sistematizzazione dell'attività fisica - i periodi di riposo dovrebbero alternarsi a carichi adeguati commisurati (camminata calma, eseguire semplici compiti domestici, esercizio fisico, nuoto);
  • rifiuto di cattive abitudini;
  • dieta per abbassare il colesterolo nel sangue.

Se il paziente segue queste raccomandazioni, sarà in grado di rallentare l'ulteriore progressione dei cambiamenti aterosclerotici nelle arterie cerebrali e ridurre il rischio di una catastrofe cerebrale. Nelle fasi iniziali dello sviluppo della patologia, puoi fare solo con queste misure. Per il trattamento dell'aterosclerosi cerebrale progressiva, è necessario un trattamento prolungato e, in presenza di complicanze e sintomi gravi, un intervento chirurgico.

Medicinali

La terapia dell'arteriosclerosi cerebrale comprende una vasta gamma di farmaci con varie proprietà. L'elenco dei farmaci obbligatori comprende:

  • Agenti ipolipidemici, molto spesso statine. Tra i farmaci più efficaci di questo gruppo, i medici chiamano Atorvastatina, Rosuvastatina, Pitavastatina..
  • Antiipertensivi: beta-bloccanti e ACE-inibitori. I beta-bloccanti sono raccomandati per l'aterosclerosi cerebrale da parte di medici come Bisoprolol, Atenolol e loro analoghi. L'elenco degli ACE-inibitori raccomandato per l'uso include Perindopril, Quadropril ed Enalapril.
  • Agenti antipiastrinici. I farmaci raccomandati di questo gruppo includono Cardiomagnyl, Thrombo Ass, Aspirin Cardio e Aspicor.
  • Farmaci vasodilatatori o antagonisti del calcio. Possono essere sintetici (Norvask, Diltiazem, Cinnarizine) o vegetali (Vinpocetina, Telektol, Bravinton e preparati a base di ginkgo biloba).
  • Farmaci antinfiammatori Questo gruppo comprende preparati di acido nicotinico e complessi contenenti potassio, selenio e silicio.

Il dosaggio dei farmaci viene selezionato individualmente e adeguato in base ai risultati degli studi intermedi (analisi biochimica del sangue e campioni per colesterolo ed enzimi epatici).

Quasi tutti questi farmaci sono incompatibili con l'alcol e alcuni gruppi di antibiotici. Questo deve essere preso in considerazione quando si prescrivono farmaci per altre malattie..

Chirurgia

L'intervento chirurgico viene utilizzato per la forma stenotica dell'aterosclerosi cerebrale, quando i vasi perdono la loro elasticità e diventano così stretti da non far passare il sangue. Durante la procedura, il medico incide la pelle e i tessuti molli, sotto i quali si trova il vaso cerebrale interessato dalla malattia, quindi seziona l'arteria e rimuove da essa la placca di colesterolo insieme alla membrana intravascolare. Quindi le incisioni vengono suturate e il drenaggio viene stabilito per un giorno. Con una lunga stenosi, una protesi che sostituisce l'arteria cerebrale sotto forma di un tubo elastico è installata nel suo bypass.

Le operazioni aperte vengono eseguite solo sulle arterie cerebrali situate all'esterno del cranio. Se si osserva stenosi su vasi all'interno del cervello o sulla sua superficie, vengono utilizzati lo stenting e l'espansione del palloncino. Vengono effettuati utilizzando apparecchiature in miniatura che consentono l'erogazione di cilindri e stent nel sito di stenosi direttamente attraverso il sistema circolatorio. Il trattamento dell'aterosclerosi cerebrale con questo metodo ha le sue caratteristiche e l'efficacia dell'operazione dipende non solo dalle manipolazioni eseguite correttamente, ma anche dalla terapia competente dopo l'intervento

Dieta

Una corretta alimentazione è la condizione principale per un trattamento e un recupero efficaci. Nella dieta quotidiana dovrebbero essere: verdure; frutta; verde; cereali; olio vegetale; carne magra e pesce. Dovresti rifiutare di assumere cibi grassi e fritti, così come altre opzioni per diete malsane, in particolare: conservazione; salsicce; prodotti semi-finiti; dolci. I pazienti devono escludere dalla propria dieta alimenti contenenti colesterolo:

  • latticini grassi (contenuto di grassi superiore all'1%);
  • carni grasse;
  • zucchero;
  • miele;
  • confetteria.

Pericolo

Se il trattamento dell'aterosclerosi cerebrale non viene avviato in tempo, ciò può portare a gravi conseguenze, come:

Prevenzione

Per prevenire la malattia, i medici raccomandano:

  • più spesso cammina all'aria aperta;
  • non abusare di cibi contenenti colesterolo;
  • Vietato fumare;
  • non bere alcolici;
  • fare esercizi fisici ogni giorno.

Questo articolo è pubblicato solo a scopo didattico e non è materiale scientifico o consulenza medica professionale..

Prognosi della malattia

Le previsioni per l'aterosclerosi cerebrale dipendono interamente e completamente dalla diagnosi tempestiva e da un approccio responsabile del medico e del paziente al trattamento della malattia. Si trovano ad affrontare il compito di prevenire le complicazioni potenzialmente letali per il paziente. Con i farmaci costanti, la dieta e l'abbandono delle cattive abitudini, l'aspettativa di vita può essere la stessa delle persone senza lesioni aterosclerotiche delle arterie del cervello.

Aterosclerosi cerebrale

Il cervello è il dispositivo più complesso del corpo umano. Vi si svolgono molti processi metabolici e quando sono disturbati si sviluppano vari processi patologici, uno dei quali è l'arteriosclerosi cerebrale o l'arteriosclerosi cerebrale.

A questa malattia viene assegnato un codice ICD di 10 - 167.2. Questa pericolosa malattia dell'arteria cerebrale appartiene al tipo di malattia cerebrovascolare ed è caratterizzata da un restringimento del lume dei vasi, che provoca un ictus, una profonda convalida umana o la morte.

Le cause

L'aterosclerosi cerebrale è una malattia delle arterie del cervello quando si formano placche di colesterolo sulla parete interna. Come risultato di questo processo, il lume delle navi si restringe, fino a un completo blocco. La malattia è diffusa. Tale aterosclerosi può svilupparsi già a 30 anni.

Questa patologia è caratterizzata da un lungo decorso asintomatico e i sintomi compaiono molto più tardi di solito dopo aver raggiunto i 50 anni. Più comune nei maschi che nelle donne. Lo sviluppo dell'aterosclerosi vascolare si verifica sotto l'influenza di una vasta gamma di fattori di rischio. Uno dei principali è l'età.

La rapida progressione e la manifestazione precoce dell'aterosclerosi sono facilitate da:

  • malattia metabolica;
  • diabete;
  • malattia della tiroide;
  • disturbi ormonali;
  • obesità;
  • abuso di cibi fritti e grassi;
  • carenza di fibre;
  • fumatori;
  • abuso di alcool
  • mancanza di attività fisica.

Aumentare il rischio di aterosclerosi cerebrale in un paziente con ipertensione arteriosa. Spesso queste 2 malattie si sviluppano contemporaneamente e si provocano a vicenda. Inoltre, le patologie vascolari, in particolare il loro danno, diventano condizioni favorevoli per la formazione di placche aterosclerotiche.

Frequenti infezioni e intossicazione cronica del corpo, spesso ripetuti stress psicoemotivi, contribuiscono al danno vascolare. Tra le cause, la predisposizione genetica gioca un ruolo decisivo. Il ruolo principale nello sviluppo dell'arteriosclerosi cerebrale appartiene al metabolismo dei grassi alterato e all'accumulo di colesterolo "pericoloso" nel sangue.

Di conseguenza, si verifica un aumento della concentrazione di colesterolo a bassa densità. È lui che si deposita sulla superficie interna dell'arteria e dei vasi sanguigni del cervello. Con l'aterosclerosi cerebrale, sono interessate principalmente le arterie di grosso e medio calibro.

In primo luogo, si forma una macchia grassa, in futuro "cresce" con sali di calcio e aumenta di dimensioni - di conseguenza, si ottiene una placca di colesterolo. Si restringe o chiude il lume della nave. Questo, a sua volta, porta a una diminuzione del flusso sanguigno verso le aree del cervello su cui si nutrono..

Quindi, l'ischemia e l'ipossia del cervello si sviluppano, a seguito della quale muoiono i neuroni. Questo processo patologico si manifesta con encefalopatia discircolatoria: funzioni cognitive compromesse, disturbi emotivi e disturbi motori.

Man mano che la placca cresce, possono formarsi coaguli di sangue o coaguli di sangue. Possono staccarsi ed entrare nei piccoli vasi cerebrali, bloccando completamente il loro lume. Di conseguenza, una persona sviluppa un ictus ischemico o iniziano a comparire attacchi ischemici transitori..

Nel sito di attacco della placca di colesterolo, l'elasticità della parete arteriosa si perde nel tempo. Un aumento della pressione sanguigna in questo stato di vasi sanguigni può portare a ictus emorragico.

Sintomi

L'aterosclerosi delle arterie cerebrali per lungo tempo è asintomatica o con la minima gravità. I segni clinici di questa malattia cerebrovascolare (CVB) si verificano quando una placca di colesterolo diventa abbastanza grande da bloccare il flusso sanguigno. L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è classificata per gravità e localizzazione, nonché per decorso clinico.

Gli esperti condividono 3 gradi di gravità dell'aterosclerosi cerebrale:

  • Primo grado. I sintomi della malattia sono rari, molto spesso con sforzo psico-emotivo e fisico, stress mentale. Le violazioni sono transitorie.
  • Secondo grado. I disturbi funzionali dei vasi sanguigni si trasformano gradualmente in morfologici. I segni diventano più pronunciati.
  • Terzo grado. Si verificano regolarmente attacchi ischemici, si verificano cambiamenti irreversibili nel tessuto cerebrale. Le aree interessate vengono sostituite dal tessuto connettivo e perdono la loro funzione..

In base al grado di localizzazione, si distinguono l'aterosclerosi cerebrale dell'arteria carotide interna, i vasi di piccolo diametro, l'arteria cerebrale posteriore e il tronco brachiocefalico. Per natura del decorso clinico, l'arteriosclerosi cerebrale può essere latente, intermittente, a progressione lenta, stenosante e maligna.

Nonostante la multivarianza del decorso dell'aterosclerosi cerebrale, i suoi sintomi sono simili. Il complesso di segni caratteristici dei disturbi cerebrovascolari è chiamato encefalopatia discircolatoria (DEP). Con l'encefalopatia di grado 1, le manifestazioni cliniche sono piuttosto scarse. I pazienti lamentano:

  • insonnia notturna;
  • compromissione della memoria;
  • ridotta capacità di attenzione;
  • mal di testa e vertigini;
  • acufene periodico;
  • stanchezza durante il giorno.

Sullo sfondo dell'encefalopatia discircolatoria di 2 ° grado, le condizioni del paziente peggiorano gradualmente. La sua capacità lavorativa diminuisce, la qualità del lavoro svolto sta peggiorando, il suo umore spesso cambia, appare la depressione, la sua memoria è compromessa. Una persona è preoccupata dalla sonnolenza patologica o dall'insonnia persistente. I sintomi neurologici compaiono spesso. La loro natura dipende dalla posizione della placca di colesterolo nei vasi cerebrali.

Con 3 gradi di encefalopatia discircolatoria, sono tipici i seguenti sintomi:

  • psicosi acuta;
  • ridotta capacità intellettuale;
  • instabilità emotiva;
  • completa perdita di interessi;
  • distrazione;
  • menomazione del linguaggio;
  • vuoti profondi nella memoria;
  • sindrome piramidale;
  • sindrome pseudobulbare;
  • sindrome atattica.

In questa fase finale della malattia, il paziente perde quasi completamente l'orientamento nel tempo e nell'ambiente, i disturbi mentali vengono pronunciati, una persona perde abilità di auto-cura e richiede supervisione.

Metodi diagnostici

I seguenti metodi diagnostici sono utilizzati per rilevare l'aterosclerosi cerebrale:

  • Esame del sangue biochimico per la rilevazione del profilo lipidico. Ciò include indicatori quali colesterolo, lipoproteine ​​ad alta e bassa densità, trigliceridi.
  • Scansione duplex ad ultrasuoni dei vasi della testa. È usato per esaminare le grandi arterie cerebrali..
  • Angiografia delle arterie del cervello. Un agente di contrasto viene introdotto nel sistema arterioso del collo. Successivamente, vengono confrontati i vasi piccoli e grandi, che possono essere visti sulla pellicola radiografica e sul monitor del dispositivo. È considerato il metodo più informativo per diagnosticare questa malattia..
  • Imaging a risonanza magnetica o calcolata del cervello con l'introduzione di un mezzo di contrasto. Ti permette di valutare le condizioni di tutti i vasi cerebrali.

Se necessario, quando ci sono sintomi cardiaci, è consigliabile esaminare i vasi coronarici per la presenza di aterosclerosi dell'aorta del cuore. Accade spesso che l'aterosclerosi colpisca contemporaneamente più vasi di grandi dimensioni.

Metodi di trattamento

L'aterosclerosi cerebrale è una malattia cronica e pertanto è impossibile recuperarla completamente. Tuttavia, un trattamento tempestivo aiuterà a rallentare la progressione della malattia. Prima di tutto, è necessario ottenere l'eliminazione di fattori avversi che provocano lo sviluppo del processo patologico.

Il trattamento dell'aterosclerosi cerebrale è un processo lungo, può durare il resto della tua vita dopo aver fatto una tale diagnosi. Il trattamento avviene secondo il seguente schema:

  • le manifestazioni ischemiche sono ridotte;
  • vengono ripristinate le cellule cerebrali danneggiate e le loro funzioni;
  • sono state prese misure per prevenire l'ictus e le sue complicanze;
  • il metabolismo lipidico si normalizza.

Il trattamento farmacologico conservativo dell'arteriosclerosi cerebrale mira principalmente a ripristinare la circolazione cerebrale e prevenire la trombosi. Se un paziente con tale diagnosi ha segni di ipertensione, è necessario selezionare attentamente i farmaci che abbassano la pressione sanguigna.

È importante ridurre la concentrazione di lipoproteine ​​a bassa densità nel sangue. A tale scopo vengono prescritti farmaci ipolipemizzanti. È importante eliminare i risultati del processo aterosclerotico e normalizzare la funzione dei vasi sanguigni. Per prevenire l'ulteriore formazione di placche aterosclerotiche sulla parete interna della parete vascolare o per ridurre i pazienti esistenti, è prescritta una combinazione dei seguenti farmaci:

  • Le statine Ridurre il colesterolo nel sangue.
  • Fibrati. Regola il metabolismo lipidico.
  • Sequestranti di acidi biliari. Lega gli acidi grassi ed espellili attraverso l'intestino. Controlla il colesterolo e previene la malattia coronarica.
  • Agenti antipiastrinici. Rompere i coaguli di sangue e fluidificare il sangue.
  • Farmaci antiipertensivi Pressione sanguigna bassa.
  • Vitamine A, B e C. Regola il metabolismo dei grassi, rafforza i vasi sanguigni e il corpo nel suo insieme.

È possibile combinare il trattamento conservativo con l'uso di rimedi popolari. Questi ultimi sono applicabili solo in combinazione con i farmaci prescritti da un medico, poiché il loro uso isolato non sarà in grado di far fronte a questa grave malattia..

I metodi chirurgici sono anche usati per trattare l'aterosclerosi cerebrale. Le indicazioni per il loro utilizzo sono le seguenti condizioni:

  • restringimento del lume dei vasi sanguigni di oltre il 70%;
  • la presenza nella storia di un ictus minore;
  • ripetizione di attacchi ischemici transitori.

Il trattamento chirurgico delle placche di colesterolo sui vasi cerebrali viene effettuato in diversi modi. Uno di questi è l'endoarterectomia. Presuppone l'escissione di una placca aterosclerotica insieme allo strato interno di un vaso sanguigno.

E anche la creazione di un bypass vascolare viene applicata. Questo metodo consente di ripristinare il flusso sanguigno creando una soluzione alternativa e l'esclusione dell'area interessata dalla placca aterosclerotica dal flusso totale. Le protesi brachiocefaliche, l'endoarterectomia carotidea e la creazione di anastomosi extra cranica sono efficaci.

Complicanze, prognosi e prevenzione

L'aterosclerosi cerebrale può portare a conseguenze come:

  • ictus ischemico;
  • ictus emorragico;
  • disturbi circolatori transitori del cervello;
  • infarto miocardico;
  • malattia cerebrale ischemica cronica;
  • paralisi;
  • demenza
  • depressione.

L'esito della malattia dipende in gran parte dalla tempestività della terapia, dall'età del paziente, dalla capacità di eliminare i fattori che provocano la malattia. Le complicanze dell'arteriosclerosi cerebrale possono portare non solo alla disabilità del paziente, ma anche alla morte.

Il tempo dopo il quale si verifica la morte con questa malattia dipende da quanto velocemente, dopo la diagnosi, saranno prese misure per curarla. Se lo ignori, un esito fatale può verificarsi abbastanza presto, perché le navi potrebbero non resistere.

La prevenzione dell'arteriosclerosi cerebrale dovrebbe essere primaria e secondaria. Ciò impedirà la malattia stessa e ne impedirà la progressione. Non meno importante è la prevenzione dello sviluppo delle sue complicanze. La prevenzione primaria comprende le seguenti misure:

  • pieno sonno e rispetto del regime di lavoro e riposo;
  • razionalizzazione della nutrizione;
  • controllo della glicemia;
  • controllo regolare degli indicatori della pressione sanguigna;
  • rinunciare alle cattive abitudini, principalmente al fumo.

È importante trattare tempestivamente le malattie che contribuiscono alla formazione di placche aterosclerotiche sulle pareti dei vasi sanguigni. Innanzitutto, ciò riguarda le patologie della ghiandola tiroidea, in particolare il diabete mellito e l'ipotiroidismo. È necessario normalizzare i processi metabolici nel corpo.

Le persone a rischio dovrebbero monitorare la nutrizione, ridurre al minimo il consumo di grassi animali. Con i disturbi lipidici, sono indicati i preparati contenenti iodio. Per la diagnosi precoce dell'aterosclerosi, si consiglia ai pazienti di età superiore ai 40 anni di sottoporsi regolarmente a esame vascolare strumentale..

La prevenzione secondaria ha lo scopo di prevenire la progressione dell'aterosclerosi. Oltre alle misure di prevenzione primaria, include seguire una dieta e assumere farmaci. L'attività fisica preventiva dovrebbe essere una misura preventiva integrale..

L'aterosclerosi cerebrale, o danno alle placche di colesterolo dei vasi cerebrali, è una malattia grave caratterizzata da elevata mortalità. Questa patologia è più facile da prevenire che da trattare..

Leggi I Fattori Di Rischio Per Il Diabete