Quale dovrebbe essere la dieta giusta per il diabete?

Quindi, per riassumere i risultati intermedi. Poiché il diabete non è considerato una frase in tutto il mondo - molte persone vivono abbastanza comodamente e attivamente con esso, continuiamo a pubblicare su questo argomento scottante, che abbiamo aperto con i primi due articoli: "Stile di vita per il diabete di tipo 2" e "Diabete - Tutti Cosa hai bisogno di sapere. " E oggi parleremo di che tipo di alimentazione per il diabete?

Che tipo di alimentazione per il diabete può essere?

Il consumo giornaliero di energia consiste nel metabolismo principale, nel costo del lavoro fisico, nella digestione del cibo, nell'attività fisica spontanea e, in alcuni casi, nelle perdite opzionali. Tutti questi indicatori non sono valori strettamente costanti e dipendono da così tante condizioni aggiuntive, sia interne che esterne.

Pertanto, è estremamente difficile calcolare il fabbisogno energetico giornaliero accurato rispetto alle calorie, ci vorrà tutto il giorno per fare tali calcoli e domani dovrai ricalcolarlo, perché molte cose cambieranno: ci saranno alimenti diversi, gamma di movimenti, condizioni meteorologiche, quindi non reinventeremo la ruota e utilizzeremo le tabelle pronte.

Sì, sono mediati, ma testati nel tempo: se una persona aderisce a queste raccomandazioni, riesce a mantenere una buona attività fisica, mentre normalizza o mantiene il peso normale (le persone magre non perdono peso e quelle piene non guadagnano chilogrammi supplementari).

Ovviamente puoi visitare un nutrizionista che, utilizzando tecniche e attrezzature speciali, calcolerà il tuo metabolismo di base e tutti i costi del lavoro fisico nel modo più accurato possibile, tenendo conto del temperamento e di altri fattori di cui abbiamo già parlato.

Il medico preparerà un menu approssimativo per la settimana, che può essere guidato nella vita di tutti i giorni. Sarebbe abbastanza buono, ma non accessibile a tutti. Se questo è impossibile per qualsiasi motivo, calcoleremo la dieta per i pazienti con diabete stessi, dato quanto segue.

Dieta per il diabete

Il valore medio dello scambio principale per un uomo di mezza età è 1 kcal per chilogrammo di peso corporeo all'ora (25 kcal al giorno) e per una donna - 0,9-0,8 kcal per 1 kg di peso corporeo all'ora.

Questo si riferisce al peso corporeo che una persona di un determinato genere e altezza dovrebbe avere normale.

Se il peso corporeo supera l'ideale, per i calcoli è necessario prendere il valore del limite superiore della norma.

Con l'età, il metabolismo basale diminuisce gradualmente, di circa il 2% ogni 10 anni. Ciò significa che la quantità di energia ricevuta dal cibo dovrebbe diminuire, anche se l'intensità dell'attività fisica rimane la stessa.

In questa tabella, la necessità di energia è correlata al peso ideale, ma abbastanza spesso abbiamo a che fare con deviazioni molto significative dai valori normali. Se calcoliamo la necessità di calorie in base al peso effettivo, per le persone magre otteniamo valori inferiori a quelli indicati in questa tabella e per le persone intere che sono troppo alte.

In tali casi, l'uso di queste tabelle per il calcolo svolge una duplice attività: fornire la domanda di energia per le spese correnti e stimolare la normalizzazione del peso corporeo - se una persona è magra, si spenderanno calorie aggiuntive per il recupero del peso e se ha chili in più, la mancanza di calorie nel cibo stimolerà l'estrazione energia dalle riserve di grasso.

Guida alla nutrizione del diabete

Apportiamo correzioni nei seguenti casi.

  1. Le donne in gravidanza a 5-9 mesi hanno bisogno di 2900 kcal al giorno.
  2. Le donne che allattano hanno bisogno di ancora più energia - 3200 kcal.
  3. Le persone che vivono nelle regioni settentrionali dovrebbero aumentare i dati della tabella corrispondente del 10-15%.
  4. Se è necessario eseguire un lavoro fisico non programmato, è necessario aggiungere calorie alle normali calorie in base al consumo di energia imminente.

Possiamo ottenere energia solo da proteine, grassi e carboidrati. Pertanto, se conosciamo la quantità totale di energia di cui abbiamo bisogno, possiamo calcolare quanto specificamente avranno bisogno..

La percentuale di energia che deve essere ottenuta dai carboidrati nel volume giornaliero dovrebbe essere del 50-55%, le proteine ​​ci forniranno circa il 20% dell'energia giornaliera e i grassi - il 30%. Tutte le altre opzioni di distribuzione dell'energia porteranno ad un eccesso di alcuni nutrienti e ad una carenza di altri.

Questo è vero sia per le persone sane che per chi ha il diabete, ma senza complicazioni. Solo nei casi in cui, ad esempio, si verifica una grave insufficienza renale, limiteremo le proteine ​​e, con lo sviluppo della chetoacidosi, ridurrà significativamente l'assunzione di grassi. Tuttavia, ora il nostro compito è creare un menu in modo che esista una deliziosa dieta per il diabete.

Nutrizione per il diabete: ricette

Insalata Di Ussaro

  1. Carota 210 g.
  2. Formaggio 100 g.
  3. Salmone affumicato 150 g.
  4. Noci di arachidi 70 g.
  5. Maionese 100 g.

Sbucciare e grattugiare le carote su una grattugia grossa. Grattugiare il formaggio su una grattugia grossa. Salmone affumicato, tagliato a filetti e tagliato a strisce. Mescolare delicatamente tutti i cibi preparati con arachidi sbucciate e tostate, condire con maionese. Puoi decorare l'insalata con sottili fettine di salmone, arricciarle a pezzetti, inserire al centro piccole piume sottili di cipolle verdi.

L'insalata è preparata tutto l'anno.

  • proteine ​​- 79,8 g;
  • grassi - 141,4 g;
  • carboidrati 24,1 g;
  • contenuto calorico - 1694 kcal.

Nessuna unità di pane.

Consigli! Una porzione di questa insalata può servire come una buona colazione..

Pollo con succo di ribes rosso

  1. Pollo 1200 g.
  2. Succo di ribes rosso 200 ml.
  3. Vino rosso secco 100 ml.
  4. Cipolle 120 g.
  5. Burro 50 g.

Lavare il pollo, asciugarlo, tagliarlo a pezzi e friggerlo in una padella calda, senza olio, spesso capovolgendolo. Non puoi friggere un pollo fatto in casa, basta tagliarlo e metterlo in uno stufato, sale e pepe. Aggiungi il succo di ribes rosso, il vino, la cipolla tritata grossolanamente, una fetta di burro in uno stufato e fai sobbollire a fuoco lento.

Al momento di servire, cospargere con erbe e bacche di ribes rosso appena congelati, puoi mirtillo rosso.

  • proteine ​​- 252,6
  • grassi - 147g
  • carboidrati - 44,7 g
  • contenuto calorico - 2589 kcal.

Per le unità di pane, considerare i carboidrati di succo di ribes rosso 25,4 g, che equivalgono a 2,1 XE. (25,4 g: 12 g = 2,1 XE.)

Zuppa Di Latte Di Frutta

  1. Latte 800 ml.
  2. Succo di mela con polpa 500 ml.
  3. Cagliata 300 g.
  4. Banana 130 g.
  5. Fichi secchi 80 g.
  6. menta.

Tagliare la banana in cerchi, tritare finemente i fichi. Mescolare il latte con il succo, aggiungere la ricotta, le banane e i fichi. Guarnire la zuppa con foglie di menta.

  • proteine ​​- 79,8 g;
  • grassi - 53,6 g;
  • carboidrati - 191,5 g;
  • contenuto calorico - 1517 kcal.

Per le unità di pane, prendi in considerazione i carboidrati del latte 37,6 g, il succo 58,5 g, la banana 29,1 g, il fico 62,4 g, che sarà 15,6 XE. (37,6 g +58,5 g + 29,1 g + 62,4 g - 187,6 g. 187,6 g: 12 g = 15,6 XE.)

E ora il Dr. Brandt parlerà in modo più dettagliato di questa malattia, incluso quale tipo di alimentazione per il diabete dovrebbe essere.

Dieta per l'alimentazione

Cos'è il diabete?

Il diabete è un gruppo di malattie il cui segno comune è una violazione del metabolismo dei carboidrati. Esistono diversi tipi di questa malattia:

  • Diabete di tipo 1.
  • Diabete di tipo 2.
  • Diabete in gravidanza.

Il diabete mellito è caratterizzato da un aumento della glicemia, aumento della sete e poliuria.

Lo scopo della dieta per i diabetici

Una persona che ha il diabete deve consultare un nutrizionista immediatamente dopo aver stabilito una diagnosi in modo che possa aiutare a sviluppare una dieta sana. Il rispetto di queste raccomandazioni aiuterà a controllare i livelli di glucosio nel sangue, a mantenere un peso normale e a ridurre i fattori di rischio per le malattie cardiache..

Quando una persona mangia calorie e grassi in eccesso, il suo corpo inizia ad aumentare il livello di glicemia. Se la glicemia non è controllata, ciò può portare a gravi problemi, ad esempio sviluppo di chetoacidosi diabetica, danni a nervi, vasi sanguigni, reni e cuore. Per la maggior parte dei pazienti con diabete di tipo 2, una dieta equilibrata può ridurre l'eccesso di peso, che oltre a ridurre la glicemia ha molti altri benefici per la salute.

Principi generali di nutrizione per il diabete

I principi di base di una dieta equilibrata per il diabete includono:

  • Limitare l'assunzione di alimenti ricchi di carboidrati (dieta a basso contenuto di carboidrati).
  • Mangiare piccoli pasti, distribuire pasti tutto il giorno.
  • Mangiare abbastanza cereali integrali, frutta e verdura ogni giorno.
  • Riduzione grassa dietetica.
  • Restrizione alcolica.
  • Restrizione salina.

Un nutrizionista professionista può aiutarti a sviluppare una dieta quotidiana in base ai tuoi obiettivi, gusti e stile di vita. Può anche spiegare al paziente quale cibo è meglio per lui..

Bilancio energetico

Le persone con diabete devono confrontare la quantità di cibo consumato con l'energia spesa durante il giorno. Troppe calorie possono portare ad un aumento di peso. Essere in sovrappeso o obesi complica il controllo del diabete e aumenta il rischio di malattie cardiache, ictus e cancro..

È necessario limitare l'uso di cibi ad alto contenuto calorico, come dolci, torte, zucchero, succhi di frutta, cioccolato, ovvero è necessario seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati. L'alimentazione di alcune persone è abbastanza razionale, ma mangiano troppo. Un modo per ridurre l'apporto calorico è ridurre le dimensioni delle porzioni..

L'attività fisica ha anche molti benefici per la salute. Insieme a una dieta sana, un regolare esercizio fisico può aiutare a controllare la glicemia, ridurre il colesterolo e i trigliceridi e mantenere un peso sano..

I grassi contengono la più grande quantità di energia rispetto ad altri gruppi di prodotti. Mangiare troppo può causare aumento di peso, il che complica il controllo della glicemia. Tuttavia, alcuni tipi di grassi sono necessari per una buona salute. Ce ne sono diversi tipi:

  • Grassi saturi È importante limitare l'assunzione di cibi ricchi di grassi saturi. Si trovano in prodotti di origine animale (carne grassa, latte, burro, formaggio). Dei grassi vegetali, olio di palma, latte di cocco e panna sono saturi..
  • Grassi polinsaturi e monoinsaturi. L'uso di piccole quantità di questi grassi può garantire l'assunzione di acidi grassi e vitamine essenziali. I grassi polinsaturi si trovano nell'olio di girasole, nella soia, nel mais, nei semi d'uva e nei semi di sesamo, così come nei pesci grassi (aringhe, sgombri, sardine, salmone e tonno). I grassi monoinsaturi si trovano nell'olio di oliva e di colza, avocado e alcune margarine. Semi, noci e burro di arachidi contengono una combinazione di queste sostanze..

carboidrati

I carboidrati svolgono un ruolo importante nell'alimentazione umana. Sono la migliore fonte di energia per il corpo umano, in particolare per il cervello. Dei tre principali nutrienti, i carboidrati influenzano maggiormente i livelli di zucchero nel sangue. In molti pazienti con diabete, limitarli (come la dieta a basso contenuto di carboidrati di Bronstein) può aiutare a controllare la malattia. Tuttavia, se una persona vuole limitare drasticamente il contenuto di carboidrati nella sua dieta, deve consultare un endocrinologo prima di questo..

Tutti i prodotti a base di carboidrati portano alla formazione di glucosio e ne aumentano il livello nel sangue, ma alcuni lo fanno lentamente e altri rapidamente. Per descrivere la velocità con cui i cibi carboidrati vengono assorbiti ed entrano nel flusso sanguigno, è stato introdotto il concetto di un indice glicemico. Gli alimenti a basso indice glicemico entrano lentamente nel flusso sanguigno e, in misura minore, influenzano i livelli di zucchero nel sangue. Questi includono porridge di farina d'avena, pane integrale, lenticchie, legumi, latte, yogurt, pasta e la maggior parte dei tipi di frutta fresca.

Nonostante le sue proprietà benefiche, il miele è un prodotto a base di carboidrati con un elevato indice glicemico, il che significa che dopo il suo utilizzo nel livello di glucosio nel sangue aumenta rapidamente. Gli alimenti per diabetici possono includere una piccola quantità di zucchero. Tuttavia, gli alimenti ad alto contenuto dovrebbero essere consumati con moderazione. Esistono ricette che limitano la quantità di zucchero consumato o lo sostituiscono con dolcificanti alternativi.

scoiattoli

I prodotti proteici sono essenziali per la crescita e il recupero dell'organismo. Le proteine ​​non si decompongono in glucosio, quindi non aumentano direttamente il suo livello nel sangue. Tuttavia, con la nefropatia diabetica, è necessario limitare la loro quantità nella dieta.

Nutrizione per il menu del diabete mellito di tipo 1 e nozioni di base sulla dieta

Il diabete mellito è una malattia cronica che colpisce persone di tutte le età in entrambi i sessi. È causato da un disturbo metabolico: l'incapacità del corpo di controllare correttamente il glucosio. Ciò influisce non solo sul metabolismo dello zucchero, ma anche su proteine, lipidi, acqua e minerali..
I due sintomi principali del diabete sono sete estrema e minzione frequente. È da questi sintomi che è venuto il nome della malattia.

Oggi, mantenere il normale funzionamento di una persona con diabete non è un problema, ma fino al 1922 un paziente con questa malattia non aveva speranza di sopravvivere. Tuttavia, fino ad ora, il diabete non può essere completamente curato. Tutti sanno cosa sta succedendo nel corpo umano, che non funziona correttamente, ma - perché, rimane ancora un mistero.

Tipi di diabete

Il diabete mellito è diviso in diversi tipi, a seconda della causa dell'aumento della glicemia. Nella vecchia letteratura (circa 1985), esiste una semplice divisione del diabete in un tipo insulino-dipendente e non-insulino-dipendente.

Oggi il diabete è suddiviso nei seguenti 4 gruppi:

  • diabete mellito di tipo 1;
  • diabete mellito di tipo 2;
  • diabete mellito gestazionale;
  • altri tipi specifici di diabete.

Diabete mellito di tipo 1 - una caratteristica

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune perché nasce dalla distruzione delle cellule beta negli isolotti pancreatici, che sono responsabili della produzione e della secrezione di insulina. Il processo di distruzione avviene gradualmente e spesso richiede diversi mesi. Il corpo umano perde la sua capacità di produrre la propria insulina fino alla completa perdita di questa capacità. A causa della mancanza di insulina, si verifica un aumento della glicemia. Questo perché l'insulina è un ormone che immagazzina il glucosio nel fegato, la "chiave" che apre le cellule in cui il glucosio può entrare. Nonostante la glicemia molto alta (i valori sono dieci volte più alti del limite superiore stabilito) e le cellule “bagnano” nel mare di glucosio, mancano di energia, muoiono di fame. Il corpo inizia a digerire se stesso: vengono utilizzati i grassi, quindi le proteine. Questo processo si chiama chetoacidosi; l'ambiente interno del corpo diventa acido. Un odore di acetone può essere sentito dalla cavità orale del paziente. Il corpo ha bisogno di insulina!

L'unico trattamento che può prevenire questa condizione è la terapia insulinica permanente. Attualmente, non viene eseguita la "riparazione" o la sostituzione di cellule beta danneggiate.

Il diabete di tipo 1 è più comune nei bambini, negli adolescenti e nei giovani, più evidentemente si manifesta prima dei 40 anni. Di recente, tuttavia, sono stati registrati casi di malattia in età adulta (diabete autoimmune latente negli adulti).

La comparsa del diabete di tipo 1 non è correlata al fatto che una persona sia sovrappeso o meno. Appare non importa cosa ha fatto la persona, se ha mangiato molti cibi dolci, quali fossero i suoi comportamenti e le sue abitudini. Nessuno, nemmeno la persona stessa, può influenzare l'insorgenza di una malattia..

Nutrizione per il diabete di tipo 1 - Principi di base

  1. Design corretto del menu - in termini di carboidrati, grassi e proteine
  2. Pasti regolari - 4-6 volte al giorno, in porzioni più piccole
  3. Esclusione dalla dieta di carboidrati di facile assorbimento (zucchero bianco); come fonte di energia, la preferenza dovrebbe essere data ai prodotti contenenti zucchero nella sua forma naturale e amido (pane, pasta, riso, frutta, verdura, latte)
  4. Riduzione dell'assunzione di grassi, grassi vegetali; prodotti lattiero-caseari scremati in via prioritaria
  5. L'inclusione nel menu giornaliero di cibi ricchi di fibre (verdure, frutta, pane integrale, cereali) - quando vengono consumati, non vi è alcun aumento di zucchero nel sangue e la sensazione di sazietà dura più a lungo
  6. Rispetto del regime di consumo - un'adeguata assunzione di liquidi sotto forma di acqua, alcune acque minerali, tè e bibite per diabetici; bevande inadeguate con zucchero (soda zuccherata, ecc.) e consumo eccessivo di alcol (rischio di ipoglicemia)
  7. Limitare l'assunzione di sale per prevenire l'ipertensione invece di sale, erbe e spezie possono essere utilizzate per aromatizzare il cibo
  8. Garantire un adeguato apporto di vitamine e minerali (una dieta variata che li contiene in quantità ottimali).

Una corretta alimentazione per il diabete di tipo 1 a causa dell'insulina

La somministrazione di insulina nel trattamento del diabete ha alcuni benefici per la salute: migliora l'equilibrio metabolico del diabetico, aiuta a prevenire lo sviluppo di complicanze o allevia gli inevitabili inconvenienti. L'insulina influenza anche lo stato soggettivo dei pazienti con diabete. Dopo aver iniziato la terapia insulinica, i diabetici si sentono molto meglio, malessere e affaticamento, disturbi del sonno, sete e minzione frequente regrediscono; i pazienti spesso indicano un miglioramento delle funzioni mentali. Anche le persone che precedentemente avevano evitato la terapia insulinica ne apprezzano i punti di forza..

D'altra parte, la somministrazione di insulina influisce sul regime giornaliero di un diabetico, richiede una certa disciplina e un aggiustamento del menu. L'insulina viene somministrata prima dei pasti: ad alta velocità - 15-30 minuti prima dei pasti, in caso di livelli elevati di glucosio nel sangue dopo aver mangiato, questo intervallo può essere esteso fino a 45 minuti. Allo stesso modo, la situazione con l'uso di miscele di insulina veloce e un farmaco a lunga durata d'azione. L'effetto di quest'ultimo inizia lentamente e, quindi, dopo la sua somministrazione, non è richiesto alcun pasto, ovviamente, a condizione che il diabetico abbia una dieta equilibrata e un menu giornaliero composto in modo ottimale.

Dieta per il diabete di tipo 1 - i principi di base

  1. Mangia regolarmente - idealmente 6 volte al giorno (a seconda del tipo di insulina)
  2. In nessun caso dovresti avere fame, quindi assicurati di mangiare regolarmente (tempo e quantità di cibo)
  3. Seguire il regime alimentare (bere acqua minerale, tè alla frutta, succhi naturali - non dimenticare di includerli in unità di carboidrati)
  4. Una dieta dovrebbe contenere abbastanza energia, essere ricca e diversificata. Ricorda che le proteine ​​dovrebbero essere consumate insieme a grassi (carne) e carboidrati (fonti vegetali).

I grassi sono una delle principali fonti di energia e sostanze nutritive che i diabetici dovrebbero monitorare

I carboidrati costituiscono circa il 50% dell'energia totale. Pertanto, è raccomandato per il consumo, il cosiddetto carboidrati complessi, dopo i quali il livello di glucosio nel sangue non aumenta troppo rapidamente. Questi includono: cereali integrali, riso e farina d'avena. La quantità di carboidrati è determinata dal cosiddetto. unità di carboidrati; la dose giornaliera è stabilita dal medico.

Il consumo di caramelle "diabetiche" non è raccomandato - nonostante non aumentino il livello di glucosio nel sangue, questi alimenti contengono una grande quantità di grassi. Un'alternativa ideale sono i frutti che dovrebbero essere considerati in unità di carboidrati..

All'inizio della malattia, è necessario pesare la quantità di cibo (fino a un grammo!) In modo che successivamente sia possibile valutare la porzione ad "occhio nudo".

Si consiglia di cucinare mediante stufatura, cottura al forno, grigliate. La frittura non è adatta a causa del suo alto contenuto di grassi.

Non mangiare zucchero, miele o prodotti da forno con farina bianca.

Piano del menu

La dieta per diabetici è razionale e controllata, preparata secondo un piano alimentare pre-progettato. Una persona con diabete può consumare lo stesso cibo di tutti gli altri, i limiti del menu sono stabiliti solo dal regolamento sopra riportato e, soprattutto, dal tempo di alimentazione.

La base della nutrizione è un piano alimentare. È importante mangiare regolarmente, idealmente, 6 volte al giorno, in determinate quantità. Dovresti anche prendere in considerazione le abitudini alimentari acquisite prima dello sviluppo della malattia; Il piano del menu non riguarda il cambiamento delle abitudini di base. Ne consegue che, quando si pianifica una dieta, è necessario garantire un equilibrio al fine di ridurre il potenziale rischio di sviluppare ipoglicemia o iperglicemia.

I soli nutrienti che influenzano la glicemia sono i carboidrati. Per calcolare il loro contenuto negli alimenti monitorati dai diabetici, vengono utilizzate le unità di carboidrati. Un'unità contiene sempre la stessa quantità di carboidrati: 10 go 12 g. Non importa, stiamo parlando di pane, pasta, cioccolato o latte.

Ad esempio, considera diversi prodotti

ProdottoUn'unità di carboidrati contiene
ciambella25 g.½ pezzi
Pane25 g.½ pezzi
latte250 ml.1 tazza
Pasta50 g.
Patate65 g.
Purè di patate90 g.
patatine fritte40 g.20 pezzi.
Banana90 g.½ pezzi
Una mela100 grammi.1 pc.
arancia140 g.1 pc.
fragola160 g.10 pezzi.
"Milka" al cioccolato25 g.¼ di piastrelle
Snickers bar21 g.1 PC. = 3 unità di carboidrati
Coca Cola130 ml.0,5 l = 3,8 unità di carboidrati
Burro0 g.
Formaggio0 g.
prosciutto0 g.
"Coca-Cola - luce"

Crema0 g.


Il piano dei menu è diverso per ciascun paziente. Tiene conto dell'età, del peso, dell'attività fisica, dell'occupazione e di altri fattori della persona. È ovvio che il consumo di energia di un ragazzo di 16 anni durante il periodo di sviluppo sarà maggiore che nel caso di un uomo di 30 anni. Inoltre, la dieta degli atleti conterrà più carboidrati rispetto alla dieta di un impiegato.

Il numero di unità di carboidrati aumenta con l'età: nelle ragazze, fino a circa 13 anni, nei ragazzi - fino a 16 anni. Quindi si stabilizza e scende anche leggermente. Nei bambini, il numero di unità di carboidrati al giorno è calcolato come segue: 10 + l'età del bambino, vale a dire, nel caso di un bambino di 8 anni, sarà 10 + 8 = 18 unità di carboidrati al giorno.

Il numero di unità di carboidrati al giorno per una donna adulta è 10-16.

Il numero di unità di carboidrati al giorno per un maschio adulto è 20-26.

Esempio di piano di menu

TempoQuantità

cu.Opzione alimentareColazione7 del mattino5Yogurt alla frutta (2), ciambella (2), caffè bianco (1)Merenda10 del mattino3Panino (2) con formaggio (0), mela (1)Cena00:005Patate (260 g = 4), braciola (carne = 0, pastella = 1), insalata di verdure (0)Merenda15:003Fragola (160 g = 1), banana (2)Cena18:005Maccheroni (200 g = 4) con pollo (0) su panna acida (0), un bicchiere di latte (1)Seconda cena21:003Pane (2) con prosciutto (0), pepe (0), cioccolato al latte (1)

Nella dieta, è anche necessario monitorare il livello di grasso. La dieta dovrebbe essere così equilibrata da prevenire l'aumento di peso. A causa dell'assunzione di insulina, sarà successivamente difficile seguire qualsiasi dieta: nei pazienti che assumono insulina, è impensabile escludere l'assunzione di cibo a causa della durata dell'azione dell'insulina! Se si ha fame, si consiglia ai pazienti di aggiungere più verdure che non contengono unità di carboidrati alla propria dieta e, quindi, quando vengono consumati, non è necessario aumentare la dose di insulina. I sentimenti di fame non dovrebbero essere ammessi, poiché porta sempre a una violazione del piano alimentare..

Conclusione

La dieta dei diabetici si basa sulle abitudini naturali di una persona. Un piano alimentare regola la quantità di carboidrati e il loro reddito regolare, che è molto importante per i pazienti con diabete. È completamente ovvio che una persona deve rispondere a una certa quantità di unità di carboidrati con il cibo assumendo insulina in modo che, da un lato, prevenga un aumento della glicemia e, dall'altro, non consenta alla glicemia di scendere al di sotto di 3,3 mmol / l. e., il verificarsi di ipoglicemia. Insieme a questo, è necessario il controllo della quantità di grasso consumato, poiché la successiva dieta non è possibile.

Memo sull'argomento: diabete

Diabete mellito - un gruppo di malattie del sistema endocrino che si sviluppano a causa della mancanza o dell'assenza di insulina nel corpo (ormone), con conseguente aumento significativo del livello di glucosio (zucchero) nel sangue (iperglicemia).

Il diabete mellito è principalmente una malattia cronica. È caratterizzato da disturbi metabolici: grassi, carboidrati, proteine, acqua salata e minerali. Nel diabete mellito, funziona il pancreas, che in realtà produce insulina.

L'insulina è un ormone proteico prodotto dal pancreas, la cui funzione principale è quella di partecipare ai processi metabolici: l'elaborazione e la conversione dello zucchero in glucosio e il successivo trasporto del glucosio nelle cellule. Inoltre, l'insulina regola la glicemia.

Nel diabete le cellule non ricevono la nutrizione necessaria. È difficile per il corpo trattenere l'acqua nelle cellule e viene escreto attraverso i reni. Si verificano disturbi nelle funzioni protettive dei tessuti, la pelle, i denti, i reni, il sistema nervoso, il livello di visione diminuisce, l'aterosclerosi, l'ipertensione si sviluppa.

Come si sviluppa il diabete

L'ormone insulina trasforma lo zucchero in glucosio, che è una sostanza energetica necessaria per il normale funzionamento delle cellule del corpo. Quando si verifica un fallimento nella produzione di insulina da parte del pancreas, iniziano i disturbi nei processi metabolici. Il glucosio non viene erogato alle cellule e si deposita nel sangue. Le cellule, a loro volta, muoiono di fame, che si manifesta esternamente sotto forma di malattie secondarie (malattie della pelle, sistema circolatorio, sistema nervoso e altri). Allo stesso tempo, c'è un aumento significativo della glicemia (iperglicemia). La qualità e l'effetto del sangue si deteriorano. L'intero processo si chiama diabete.

Perché la glicemia alta è dannosa?

La glicemia alta può causare disfunzione di quasi tutti gli organi, fino a un esito letale. Maggiore è il livello di zucchero nel sangue, più evidente è il risultato della sua azione, che è espressa in:

- obesità;
- glicosilazione (zuccheraggio) delle cellule;
- intossicazione del corpo con danno al sistema nervoso;
- danno ai vasi sanguigni;
- lo sviluppo di malattie minori che colpiscono cervello, cuore, fegato, polmoni, tratto gastrointestinale, muscoli, pelle, occhi;
- manifestazioni di sincope, coma;
- fatale.

Sintomi del diabete

Il diabete mellito nella maggior parte dei casi si sviluppa gradualmente e solo raramente la malattia progredisce rapidamente, accompagnata da un aumento del glucosio a un livello critico con varie coma diabetiche.

I primi segni del diabete

- costante sensazione di sete;
- bocca asciutta costante;
- aumento della produzione di urina (aumento della diuresi);
- aumento della secchezza e forte prurito della pelle;
- Una maggiore predisposizione a malattie della pelle, pustole;
- guarigione prolungata delle ferite;
- una forte riduzione o aumento del peso corporeo;
- aumento della sudorazione;
Debolezza muscolare.

Segni di diabete

- frequenti mal di testa, svenimenti, perdita di coscienza;
- deficit visivo;
- dolore al cuore;
- intorpidimento delle gambe, dolore alle gambe;
- ridotta sensibilità della pelle, specialmente sui piedi;
- gonfiore del viso e delle gambe;
- un aumento del fegato;
- guarigione prolungata delle ferite;
- ipertensione;
- il paziente inizia a sentire l'odore dell'acetone.

Cause del diabete

Possono esserci molte cause del diabete, quindi evidenziamo le più significative:

- eredità;
- età (più la persona è anziana, più è probabile che si ammali);
- obesità;
- tensione nervosa;
- malattie che distruggono le cellule beta del pancreas che producono insulina: cancro del pancreas, pancreatite, ecc.;
- infezioni virali: epatite, varicella, rosolia, influenza, ecc..

Inoltre, il diabete può svilupparsi sullo sfondo di:

- iperfunzione surrenalica (ipercorticismo);
- tumori del tratto digestivo;
- aumentare il livello di ormoni che bloccano l'insulina;
- cirrosi epatica;
- ipertiroidismo;
- scarsa digeribilità dei carboidrati;
- aumento a breve termine dello zucchero nel sangue.

Dieta per il diabete

Quando si cura qualsiasi tipo di diabete, la terapia dietetica è un must..

Un nutrizionista con diabete, dopo aver ricevuto i test, tenendo conto dell'età, del peso corporeo, del genere, dello stile di vita, dipinge un programma di nutrizione individuale. Durante la dieta, il paziente deve calcolare la quantità di calorie, proteine, grassi, carboidrati, vitamine e oligoelementi consumati. Il menu deve essere osservato rigorosamente in base alla prescrizione, che riduce al minimo il rischio di complicanze di questa malattia. Inoltre, osservando una dieta per il diabete, è possibile sconfiggere questa malattia senza ulteriori farmaci.

L'obiettivo generale della terapia dietetica per il diabete è l'uso di alimenti con un contenuto minimo o la mancanza di carboidrati e grassi facilmente digeribili, che possono essere facilmente convertiti in composti di carboidrati.

Cosa mangiare con il diabete?

Il menu per il diabete è composto da verdure, frutta, carne e latticini. La diagnosi di diabete mellito non significa che è necessario abbandonare completamente il glucosio negli alimenti. Il glucosio è l '"energia" del corpo, in mancanza della quale le proteine ​​si scompongono. Il cibo dovrebbe essere ricco di proteine, vitamine e minerali..

Cosa posso mangiare con il diabete: fagioli, grano saraceno, farina d'avena, orzo perlato, granaglie di grano e mais, pompelmo, arancia, limone, mele, pere, pesca, albicocca, melograno, frutta secca (prugne, albicocche secche, mele secche), ciliegie, mirtilli, more, ribes, uva spina, noci, pinoli, arachidi, mandorle, pane nero, burro o olio di semi di girasole (non più di 40 g al giorno).

Istituto statale per l'istruzione professionale autonoma della Repubblica del Bashkortostan "Sibay Medical College"

Qual è la tabella numero 9 - endocrinologo sulle caratteristiche nutrizionali del diabete

Rispetto ad altre malattie del diabete mellito, l'attività del paziente nel processo di trattamento svolge un ruolo più importante. La competenza del paziente, le sue azioni competenti, nonché metodi efficaci di controllo della malattia, preserveranno la durata della vita del paziente senza ridurne la qualità. Pertanto, una persona con diabete dovrebbe avere informazioni dettagliate sulla sua malattia. La terapia dietetica è una parte essenziale del trattamento del diabete. E con il diabete di tipo 2, il principale fattore che determina una diminuzione della sensibilità all'insulina (insulino-resistenza) è l'obesità. Numerosi studi condotti su scienziati hanno portato alla conclusione che quando si elimina il grasso in eccesso nella maggior parte dei diabetici, i livelli di zucchero sono notevolmente migliorati. Qual è la tabella numero 9, quali sono le basi di una corretta alimentazione e comportamento alimentare nel diabete di tipo 1 e di tipo 2? Questo lo dirà alla dottoressa endocrinologa della più alta categoria Natalia Karlovich.

Dieta per il diabete: un promemoria

Il diabete mellito è una malattia endocrina associata a alterato metabolismo del glucosio nel corpo umano. Esistono due tipi di questa malattia: I e II.

Nel diabete di tipo 2 si sviluppa una carenza di insulina relativa e questa forma della malattia è considerata una forma indipendente dall'insulina..

Dieta per il diabete

Nel diabete di tipo 1, il regime dietetico è solo ausiliario, poiché il processo di trattamento principale si basa sull'introduzione di una dose di insulina dall'esterno nel corpo umano.

E solo in presenza di una grave forma di diabete del secondo tipo, una persona malata deve assumere droghe. Possedere un effetto ipoglicemico, nonché piccole dosi di insulina per correggere la glicemia.

La cosa principale nella dieta dei pazienti con diabete è il calcolo giornaliero del consumo di unità di pane negli alimenti. Un'unità di pane è una misura speciale progettata per calcolare la quantità di carboidrati negli alimenti. È noto che un'unità di pane trasporta da dodici a quindici grammi di carboidrati.

I principi fondamentali della dieta per il diabete

  • il numero di chilocalorie contenute negli alimenti dovrebbe coprire appieno il fabbisogno energetico umano;
  • la quantità di grassi consumati, proteine ​​e carboidrati deve essere bilanciata con precisione e soddisfare le esigenze del corpo;
  • il numero di pasti dovrebbe essere aumentato fino a sei volte al giorno.

Promemoria: quali prodotti sono approvati per l'uso

  • pane (preferibilmente nero) e altri prodotti da forno;
  • zuppe a base di brodi di carne vegetali o non grassi;
  • tipi di carne e pesce a basso contenuto di grassi (bolliti o al vapore);
  • tutte le verdure, sia crude che bollite;
  • pasta (non molto spesso e allo stesso tempo è necessario ridurre il consumo di pane);
  • uova di gallina (si consiglia di mangiare non più di due uova al giorno);
  • frutta e bacche in agrodolce (quando si prepara la frutta in umido da loro, è possibile utilizzare un sostituto dello zucchero come dolcificante);
  • tè debole e caffè con latte;
  • latte e prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi;
  • burro o olio vegetale fino a quaranta grammi al giorno.

Si raccomanda di ridurre al minimo il consumo di dolci, gelati, tutte le bevande alcoliche, nonché cibi grassi e salati..

Di recente, sempre più persone parlano delle meravigliose proprietà curative delle bacche di Goji. Scopri come usare le bacche di goji..

Dieta per il diabete

Regole generali

Il diabete mellito è una malattia che si manifesta quando l'insufficienza pancreatica è insufficiente. Il motivo principale è l'eccesso di cibo e il consumo di grandi quantità di grassi e carboidrati. Questo rende il pancreas, che subisce un "attacco di carboidrati", "lavorare al limite". Quando i livelli di zucchero aumentano dopo aver mangiato, il ferro aumenta il rilascio di insulina. La malattia si basa su disturbi del metabolismo dei carboidrati: ridotta assunzione di glucosio da parte dei tessuti e sua maggiore formazione di grassi e glicogeno.

Il più comune è il diabete di tipo 2, che si sviluppa più spesso negli adulti di età superiore ai 40 anni e negli anziani. Il numero di pazienti aumenta in particolare dopo 65 anni. Quindi, la prevalenza della malattia è dell'8% all'età di 60 anni e raggiunge il 23% a 80 anni. Negli anziani, una ridotta attività fisica, una diminuzione della massa muscolare che utilizza glucosio e l'obesità addominale aggravano l'insulino-resistenza esistente. Nella vecchiaia, il metabolismo del glucosio è determinato dalla sensibilità dei tessuti all'insulina e dalla secrezione di questo ormone. La resistenza all'insulina è più pronunciata negli anziani in sovrappeso e la secrezione ridotta domina negli individui obesi, il che consente un approccio differenziato al trattamento. Una caratteristica della malattia a questa età è il decorso asintomatico, fino a quando compaiono complicanze..

Questa forma di diabete è più comune nelle donne e la probabilità della sua insorgenza aumenta con l'età. La prevalenza complessiva della malattia tra le donne di età compresa tra 56 e 64 anni è superiore del 60-70% rispetto agli uomini. E questo è dovuto a disturbi ormonali: l'inizio della menopausa e la mancanza di estrogeni attiva una cascata di reazioni e disturbi metabolici, che è accompagnata da aumento di peso, ridotta tolleranza al glucosio, insorgenza di dislipidemia.

Lo sviluppo della malattia può essere rappresentato dallo schema: sovrappeso - aumento della resistenza all'insulina - aumento dei livelli di zucchero - aumento della produzione di insulina - aumento della resistenza all'insulina. Si scopre un circolo così vizioso e una persona che non lo sa, consuma carboidrati, riduce la sua attività fisica e ingrassa ogni anno. Le cellule beta funzionano per usura e il corpo smette di rispondere al segnale inviato dall'insulina.

I sintomi del diabete mellito sono abbastanza tipici: secchezza delle fauci, sete costante, minzione, affaticamento rapido, affaticamento, perdita di peso inspiegabile. La caratteristica più importante della malattia è l'iperglicemia - glicemia alta. Un altro sintomo caratteristico è una sensazione di fame nel diabete mellito (polifagia) e questo è causato dalla carenza di glucosio nelle cellule. Anche facendo una buona colazione, il paziente ha una sensazione di fame in un'ora.

L'aumento dell'appetito è spiegato dal fatto che il glucosio, che funge da "carburante" per i tessuti, non vi penetra. L'insulina è responsabile della consegna del glucosio alle cellule, che non è sufficiente nei pazienti o i tessuti non sono sensibili ad esso. Di conseguenza, il glucosio non entra nelle cellule, ma entra nel flusso sanguigno e si accumula. Le cellule prive di nutrizione inviano un segnale al cervello, stimolando l'ipotalamo e la persona inizia ad avere fame. Con frequenti attacchi di polifagia, possiamo parlare del diabete labile, che è caratterizzato da una grande ampiezza di fluttuazioni del glucosio durante il giorno (0, 6 - 3, 4 g / l). È pericoloso per lo sviluppo di chetoacidosi e coma diabetico..

Con il diabete insipido associato a disturbi del sistema nervoso centrale, si notano sintomi simili (aumento della sete, aumento delle urine fino a 6 litri, pelle secca, perdita di peso), ma il sintomo principale non è: un aumento della glicemia.

Gli autori stranieri sono inclini a credere che la dieta dei pazienti sottoposti a terapia sostitutiva non debba limitare i carboidrati semplici. Tuttavia, la medicina domestica mantiene l'approccio precedente al trattamento di questa malattia. Una corretta alimentazione nel diabete è un fattore terapeutico nella fase iniziale della malattia, il punto principale nel diabete con farmaci per abbassare il glucosio orale e necessario per il diabete insulino-dipendente.

Quale dieta dovrebbe essere osservata dai pazienti? A loro viene assegnata la dieta n. 9 o le sue varianti. Questo alimento dietetico normalizza il metabolismo dei carboidrati (consente di ridurre lo zucchero nel sangue e stabilizzarlo a un livello vicino alla normalità e previene i disturbi del metabolismo dei grassi. I principi della dietoterapia su questa tabella si basano su una forte restrizione o esclusione di carboidrati semplici e l'inclusione di carboidrati complessi fino a 300 g al giorno.

La quantità di proteine ​​rientra nella norma fisiologica. La quantità di carboidrati viene regolata dal medico in base al grado di aumento dello zucchero, al peso del paziente e alle malattie correlate.

Dieta per il diabete di tipo 2

Il diabete di tipo 2 si sviluppa dopo 40 anni ed è generalmente associato al sovrappeso. Una delle condizioni più importanti per un trattamento efficace è l'autocontrollo, che aiuta a mantenere livelli normali di zucchero nel sangue. Questo è un modo affidabile per prevenire complicazioni diabetiche. Il trattamento per il diabete di tipo 2 inizia con la terapia dietetica, che riesce a normalizzare il peso e controllare i livelli di zucchero..

Quale dovrebbe essere la dieta per i diabetici di tipo 2? Di solito, a peso normale, la tabella principale n. 9 è nominata con un apporto calorico fino a 2500 kcal e una quantità di carboidrati di 275-300 g, che viene distribuita dal medico tra pane, cereali e verdure.

La preferenza viene data ai prodotti con un indice glicemico minimo, un alto contenuto di fibre vegetali e, preferibilmente, non sottoposti a cottura o sottoposti a minima lavorazione. La tabella principale è indicata per l'uso continuo in pazienti con diabete di tipo 2 di gravità da lieve a moderata in pazienti con peso normale.

La nutrizione in presenza di obesità è di grande importanza, poiché la perdita di peso ha un effetto positivo sul decorso della malattia. Nell'obesità sono prescritte varietà: diete ridotte (con calorie ridotte) contenenti 225 g, 150 go 100 g di carboidrati al giorno.

Prima di tutto, la nona dieta per il diabete di tipo 2 elimina l'uso di carboidrati facilmente digeribili, che vengono rapidamente e facilmente assorbiti (dopo 15 minuti), aumentano bruscamente lo zucchero e non creano una sensazione di sazietà:

  • zucchero;
  • miele;
  • marmellate, marmellate, marmellate;
  • confetteria;
  • sciroppi;
  • gelato;
  • Pane bianco;
  • frutta e verdura dolce, frutta secca;
  • pasta.

Esiste una limitazione all'uso di:

  • la patata come prodotto altamente amidaceo;
  • barbabietole, che ha un alto indice glicemico;
  • pane, cereali, mais, pasta e prodotti a base di soia.

Per la perdita di peso, le diete caloriche sono ridotte a 1700 kcal a causa della restrizione dei carboidrati a 120 g al giorno, con la norma delle proteine ​​(110 g) e dei grassi (70 g). Si raccomanda di tenere giorni di digiuno. Oltre alle raccomandazioni di cui sopra, sono esclusi gli alimenti ipercalorici:

  • olii (panna e verdure), panna acida, margarina, maionese, creme spalmabili;
  • strutto, salsicce, salsicce, salsicce, affumicati, carne e pesce grassi, pollo con pelle, cibo in scatola sott'olio;
  • formaggi grassi, ricotta, panna;
  • noci, semi, pasticcini, maionese, bevande alcoliche.

Il consumo di verdure sotto forma di contorni è in aumento:

  • melanzana;
  • cetrioli
  • cavolfiore;
  • verdure a foglia verde;
  • lattuga rossa (ricca di vitamine);
  • rapa, ravanello;
  • zucca, zucca e zucca, che influenzano favorevolmente il metabolismo dei carboidrati.

La dieta dovrebbe essere variata, ma contenere meno calorie. Ciò è possibile se più alimenti ipercalorici (ad esempio salsicce o salsicce) vengono sostituiti con una pari quantità di carne magra bollita e l'olio nel panino con cetriolo o pomodoro. Pertanto, la fame si è estinta e hai consumato meno calorie.

Con il diabete non insulino-dipendente, è necessario ridurre l'uso di alimenti che contengono "grassi nascosti" (salsicce, salsicce, noci, semi, salsicce, formaggi). Con questi prodotti riceviamo discretamente un gran numero di calorie. Poiché i grassi sono molto ricchi di calorie, anche un cucchiaio di olio vegetale aggiunto a un'insalata ridurrà gli sforzi per perdere peso. 100 g di semi o noci contengono fino a 600 kcal, ma non li consideriamo cibo. Una fetta di formaggio ad alto contenuto di grassi (oltre il 40%) è molto più calorica di un pezzo di pane.

Poiché i carboidrati devono essere presenti nella dieta, è necessario includere carboidrati ad assorbimento lento con un alto contenuto di fibre alimentari: verdure, legumi, pane integrale, cereali integrali. È possibile utilizzare sostituti dello zucchero (xilitolo, stevia, fruttosio o sorbitolo) e contarli nella quantità totale di carboidrati. Lo xilitolo è equivalente allo zucchero normale nella dolcezza, quindi la sua dose è di 30 grammi, il fruttosio è sufficiente 1 cucchiaino. per aggiungere al tè. Vale la pena dare la preferenza al dolcificante naturale per stevia.

Per i pazienti, è molto importante conoscere l'indice glicemico (GI) di tutti i prodotti. Quando si mangiano cibi con alto indice glicemico, appare iperglicemia e questo provoca una maggiore produzione di insulina. I prodotti con IG medio e basso si rompono gradualmente e quasi non causano un aumento dello zucchero. Devi scegliere frutta e verdura con un indice fino a 55: albicocche, prugna di ciliegia, pompelmi, mirtilli rossi, mirtilli rossi, pesche, mele, prugne, olivello spinoso, ribes rosso, ciliegie, uva spina, cetrioli, broccoli, piselli, cavolfiore, latte, anacardi, mandorle, arachidi, soia, fagioli, piselli, lenticchie, lattuga. Possono essere consumati in quantità limitate (frutta non superiore a 200 g per porzione). Va ricordato che il trattamento termico aumenta l'IG. Proteine ​​e grassi lo riducono, quindi i pazienti devono essere miscelati.

La base della nutrizione dovrebbe essere verdure e cibi a basso contenuto di grassi. Una dieta esemplare include:

  • Insalate di verdure fresche, verdure bollite o al forno. Prova a limitare barbabietole e patate (può essere completamente eliminato).
  • Carni magre e pesce bollito, poiché il contenuto calorico dei cibi fritti aumenta di 1,3 volte.
  • Pane grosso, moderata quantità di cereali (esclusi riso e semole di grano).
  • Latticini a basso contenuto di grassi.

Lo zucchero è escluso con un lieve grado della malattia e sullo sfondo della terapia insulinica da una malattia da moderata a grave, è consentito il consumo di 20-30 g di zucchero al giorno. Pertanto, la terapia dietetica del medico varia a seconda della gravità della malattia, del peso, dell'intensità del lavoro del paziente e dell'età.

Ai pazienti viene anche raccomandato un aumento dell'attività fisica. L'attività fisica è necessaria perché aumenta la sensibilità dei tessuti all'insulina, riducendo la resistenza all'insulina, nonché abbassando la pressione sanguigna e riducendo l'aterogenicità del sangue. La modalità di caricamento viene selezionata individualmente, tenendo conto delle malattie concomitanti e della gravità delle complicanze. L'opzione migliore per tutte le età sarebbe camminare un'ora ogni giorno o ogni altro giorno. Una corretta alimentazione e uno stile di vita vibrante aiuteranno a combattere l'aumento della fame..

Dieta di diabete di tipo 1

Questa forma di diabete è più comune in giovane età e nei bambini, una caratteristica della quale è un'insorgenza improvvisa con disturbi metabolici acuti (acidosi, chetosi, disidratazione). È stato stabilito che l'insorgenza di questo tipo di diabete non è associata a un fattore nutrizionale, ma è causata dalla distruzione delle cellule b del pancreas, che porta ad una carenza assoluta di insulina, ad un uso ridotto del glucosio e ad una diminuzione della sintesi proteica e grassa. Tutti i pazienti necessitano di terapia insulinica permanente, se la sua dose è insufficiente, si sviluppano chetoacidosi e coma diabetico. Altrettanto importante, la malattia porta a disabilità e alta mortalità a causa di complicanze micro e macroangiopatiche.

L'alimentazione per il diabete di tipo 1 non differisce da una normale dieta sana e la quantità di carboidrati semplici è aumentata in esso. Il paziente è libero di scegliere un menu, in particolare con terapia insulinica intensiva. Ora quasi tutti gli esperti credono che puoi mangiare tutto tranne zucchero e uva, ma devi sapere quanto e quando mangiare. In effetti, la dieta si riduce a calcolare correttamente la quantità di carboidrati negli alimenti. Esistono diverse regole importanti: non possono essere consumate più di 7 unità di pane alla volta e le bevande dolci (tè con zucchero, limonata, succhi dolci) sono categoricamente escluse.

Le difficoltà risiedono nel corretto calcolo delle unità di pane e nella determinazione della necessità di insulina. Tutti i carboidrati sono misurati in unità di pane e la loro quantità assunta con il cibo in una sola volta è riassunta. Un XE corrisponde a 12 g di carboidrati ed è contenuto in 25 g di pane, da cui il nome. Una tabella speciale è stata compilata sulle unità di pane contenute in diversi prodotti ed è possibile calcolare accuratamente la quantità di carboidrati utilizzati..

Quando si prepara il menu, è possibile modificare i prodotti senza superare la quantità di carboidrati prescritta dal medico. Per l'elaborazione di 1 XE, potrebbero essere necessari 2-2,5 UI di insulina a colazione, 1,5-2 UI a pranzo e 1-1,5 UI a cena. Quando si compila una dieta, è importante non consumare più di 25 XE al giorno. Se vuoi mangiare di più, dovrai inserire ulteriore insulina. Quando si utilizza l'insulina corta, la quantità di XE deve essere suddivisa in 3 pasti principali e 3 pasti aggiuntivi.

Un XE è contenuto in due cucchiai di qualsiasi porridge. Tre cucchiai di pasta equivalgono a quattro cucchiai di riso o porridge di grano saraceno e due pezzi di pane e contengono tutti 2 XE. Più alimenti vengono bolliti, più velocemente vengono assorbiti e lo zucchero aumenta più velocemente. Piselli, lenticchie e fagioli possono essere ignorati, poiché 1 XE è contenuto in 7 cucchiai di questi legumi. Le verdure vincono a questo proposito: una XE contiene 400 g di cetrioli, 350 g di lattuga, 240 g di cavolfiore, 210 g di pomodori, 330 g di funghi freschi, 200 g di pepe verde, 250 g di spinaci, 260 g di crauti, 100 g di carote e 100 barbabietole.

Prima di mangiare dolci, devi imparare come usare una dose adeguata di insulina. Consentire i dolci a quei pazienti che controllano la glicemia più volte al giorno, sono in grado di contare la quantità di XE e, di conseguenza, modificare la dose di insulina. È necessario controllare il livello di zucchero prima e dopo l'assunzione di cibi dolci e valutare un'adeguata dose di insulina.

Il numero di dieta 9B è indicato per i pazienti con una forma grave della malattia che riceve grandi dosi di insulina ed è caratterizzato da un aumento del contenuto di carboidrati (400-450 g) - sono consentiti più pane, cereali, patate, verdure e frutta. La quantità di proteine ​​e grassi aumenta leggermente. La dieta è simile nella composizione alla tabella generale, sono ammessi 20-30 g di zucchero e dolcificanti.

Se il paziente riceve insulina al mattino e al pomeriggio, il 70% dei carboidrati dovrebbe essere presente in questi pasti. Dopo l'iniezione di insulina, è necessario mangiare due volte - dopo 15 minuti e dopo 3 ore, quando si nota il suo massimo effetto. Pertanto, con il diabete insulino-dipendente, viene data grande importanza alla nutrizione frazionata: una seconda colazione e uno spuntino pomeridiano dovrebbero essere fatti 2,5-3 ore dopo il pasto principale e devono necessariamente contenere alimenti a base di carboidrati (porridge, frutta, patate, succhi di frutta, pane, biscotti alla crusca ) Con l'introduzione di insulina la sera prima di cena, è necessario lasciare un po 'di cibo durante la notte per prevenire reazioni ipoglicemizzanti. Di seguito verrà presentato il menu settimanale per diabetici.

I due più grandi studi hanno dimostrato in modo convincente i benefici del controllo del metabolismo dei carboidrati in termini di prevenzione dello sviluppo di complicanze microvascolari e macrovascolari. Se il livello di zucchero supera la norma per lungo tempo, si sviluppano varie complicazioni: aterosclerosi, degenerazione grassa del fegato, ma la più formidabile è la nefropatia diabetica (danno renale).

La proteinuria è il primo segno di questo processo patologico, ma appare solo allo stadio IV e i primi tre stadi sono asintomatici. Il suo aspetto indica che il 50% dei glomeruli è sclerosato e che esiste un processo irreversibile. Dall'inizio della proteinuria, l'insufficienza renale progredisce, il che alla fine porta allo sviluppo di insufficienza renale cronica terminale (di solito 5-7 anni dopo la comparsa di proteinuria persistente). Con il diabete, la quantità di sale è limitata (12 g al giorno) e con la nefropatia renale, la sua quantità è ancora più ridotta (3 g al giorno). Anche il trattamento e la nutrizione per l'ictus sono adeguati..

Leggi I Fattori Di Rischio Per Il Diabete